facebook rss

Lanterna volante atterra sul Conero,
poteva innescare un incendio

ANCONA – I resti carbonizzati sono stati trovati dalla polizia provinciale. Il messaggio di amore poteva accendere un rogo nella vegetazione secca. La questura mette in guardia e diffida dall'usare queste candele
sabato 19 Agosto 2017 - Ore 14:26
Print Friendly, PDF & Email

I resti carbonizzati della lanterna volante ritrovati dalla polizia provinciale sul Conero, all’interno il messaggio di amore di una coppia

Il messaggio di amore e il gesto romantico di una coppia di fidanzati poteva innescare l’ennesimo rogo della stagione. I resti carbonizzati di una lanterna volante sono stati ritrovati dalla polizia provinciale nei sentieri attorno al ristorante la Ginestra del Conero. All’interno, le frasi d’amore di due innamorati con tanto di data del lancio: venerdì 18 agosto. L’episodio non ha nulla a che vedere con lo spaventoso incendio della falesia della spiaggia di San Michele del 14 agosto (leggi l’articolo) su cui stanno indagando i carabinieri forestali per risalire agli autori del gesto. Ma la fiamma libera atterrata nella vegetazione secca dopo mesi di siccità ha fatto venire i brividi alle forze dell’ordine, impegnate congiuntamente in questi giorni a pattugliare e sorvegliare il Parco del Conero contro il rischio di incendi e roghi. La questura diffida dall’utilizzare queste lanterne e mette in guardia sui pericoli per l’ambiente, specialmente in questo periodo e nelle aree naturali.

Una lanterna volante, foto d’archivio

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X