facebook rss

Ferragosto al sicuro da ladri e roghi
con la task force della polizia

ANCONA - Controlli rafforzati da stamattina in collaborazione tra la questura e la polizia provinciale per prevenire furti in casa e incendi sul monte Cònero. Massima attenzione anche sulle feste e contro gli atti di vandalismo
lunedì 14 Agosto 2017 - Ore 13:36
Print Friendly, PDF & Email

Controlli della polizia (foto d’archivio)

Controlli a tappeto per frenare la movida scatenata di Ferragosto e prevenire gli incendi sul monte Conero. È in campo da questa mattina la task force composta dagli agenti della Questura e della Polizia provinciale per garantire massima sicurezza in una delle settimane più calde dell’anno. Sotto esame per i prossimi sette giorni sia nelle ore serali che diurne finiranno Ancona, ma anche tutte le località della riviera, compreso il Conero. È qui che verranno svolti dei servizi mirati di repressione e prevenzione degli incendi boschivi che in questo periodo potrebbero scatenarsi a causa del caldo, dell’alto afflusso di persone e dei fuochi pirotecnici in programma per festeggiare Ferragosto. Fondamentale sarà l’apporto dato dalla Polizia provinciale, impegnata con 4 pattuglie disposte su doppi turni. Sotto l’attenzione degli uomini guidati dal capitano Pierfrancesco Gambelli finiranno tutte le aree del parco ed extra parco più esposte a fenomeni che potrebbero mettere a repentaglio l’ecosistema del Conero (leggi l’articolo). Oltre ai roghi, occhi aperti sui vandali che nei giorni scorsi hanno divelto alcuni cartelli installati nei sentieri del parco (leggi l’articolo). In riviera, i servizi riguarderanno soprattutto il lungomare. Verranno passati in rassegna locali, feste e la movida ferragostiana per evitare il divertimento senza freni. Il contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti e la vendita illecita di bevande alcoliche sarà a 360 gradi.

Da sinistra, il capitano Pierfrancesco Gambelli, il capo di gabinetto della questura Sabato Riccio e la dirigente della squadra volante Cinzia Nicolini

Un servizio necessario per evitare quanto successo nel weekend a Senigallia, con due ragazzine minorenni finite in coma etilico (leggi l’articolo). Gli agenti della Questura, tra Volanti, squadra cinofila, Mobile, squadra nautica, e Uopi, veglieranno anche su Ancona. Nel fine settimana i primi risultati: domenica sera è stato denunciato per false generalità un 35enne nordafricano che viaggiava in auto in compagnia di due persone. L’uomo, che ha già alle spalle una quarantina di denunce per lo stesso motivo, è stato fermato nei pressi della stazione. Anche ai poliziotti dorici ha declinato false generalità, sfoderando l’ennesimo alias. Denunce anche per due anconetani di 27 e 41 anni. L’accusa è detenzione di sostanze stupefacenti. In totale, tra sabato e domenica, sono state identificate 60 persone di cui 18 stranieri, ispezionati 45 veicoli e accompagnati alla frontiera due immigrati irregolari.

(Fe. Ser.)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X