facebook rss

I fans di Vale a Torrette per il Dottore:
«Resti il migliore, senza di te
non andiamo a Misano»

ANCONA – Appena diffusa la notizia dell'operazione nella notte di Valentino Rossi, all'ospedale regionale è iniziato il corteo dei tifosi nella speranza di incontrare il loro campione. Atteso anche il presidente Coni Giovanni Malagò
venerdì 1 settembre 2017 - Ore 14:39
Print Friendly, PDF & Email

Daniele Zingaretti ed Emanuele Ficosecco a Torrette nella speranza di incontrare il loro idolo

di Federica Serfilippi

(Foto Giusy Marinelli)

Sono arrivati all’ospedale di Torrette attorno alle 10.30 i primi tifosi di Valentino Rossi per cercare di stare vicino al campione di Tavullia, operato nella notte per ridurre la frattura scomposta rimediata alla gamba destra. «Non sappiamo neanche noi quale sia la speranza, se sia quella di vederlo o salutarlo» affermano Daniele Zingaretti ed Emanuele Ficosecco, due ragazzi falconaresi appollaiati a pochi metri dalle porte del reparto di Ortopedia, completamento off limits. «Eravamo andati a trovarlo anche a Scandicci, quando si fece male nel 2010 proprio nello stesso punto fratturato ieri. In quell’occasione era tornato a correre dopo 40 giorni. C’era stato un recupero record. Poche ora prima che si diffondesse la notizia dell’incidente in enduro avevamo comprato i biglietti per il gran premio di Misano. Ora, non sappiamo neanche più che senso avrà partecipare senza la presenza di Vale. Non sarà certo la stessa cosa. Che gli vorremmo dire se ne avessimo l’occasione? Vale rimani sempre il migliore, il più forte di tutti». Nei corridoi del reparto reso blindatissimo dalla presenza della vigilanza privata (fissa all’ospedale di Torrette), c’è anche una coppia di Castelfidardo. Ogni volta che le porto si aprono, per far passare medici e infermieri lungo l’area che divide la sala d’aspetto dalle camere dei pazienti, è un sussulto per il cuore dei due tifosissimi: «Appena abbiamo saputo che era a Torrette, siamo corsi immediatamente. Non ci muoviamo di qua. Magari avere un osso rotto pur di incontrare il Dottore». In mattinata anche il presidente del Coni Giovanni Malagò, oggi sui luoghi del sisma e poi a Pesaro per i mondiali di ginnastica ritmica, ha dichiarato l’intenzione di voler andare a salutare Valentino Rossi all’ospedale di Ancona.

Valentino Rossi a Torrette, il primario Pascarella: «Sta bene, ora almeno un mese di riposo»

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X