facebook rss

Miriam e Marco sposi:
il professore celebra
le nozze dello studente modello

OSIMO - Matrimonio con rito civile, stamattina a palazzo comunale, per l'ingegnere 30enne di Castelfidardo e l'imprenditrice 27enne di Osimo. Li ha dichiarati marito e moglie Francesco Favi, assessore alla Cultura del Comune di Chiaravalle, più di 10 anni fa docente al liceo dello sposo. Un caro amico della coppia
sabato 16 Settembre 2017 - Ore 18:06
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, gli sposi Miriam Simonetti e Marco Albanesi uniti in matrimonio dall’assessore alla cultura del Comune di Chiaravalle, Francesco Favi

Non poteva che risplendere un sole caldo nella giornata di festa che ha fatto da cornice alle nozze di Marco Albanesi, 30 anni di Castelfidardo e Miriam Simonetti, 27, di Osimo. Lui è un project manager del Loccioni Group, lei lavora per l’azienda di famiglia che commercializza salmone affumicato norvegese di qualità superiore in tutta Italia, lavorando con le principali insegne dei supermercati. Felici, eleganti e innamorati, stamattina nella Sala Maggiore del Comune di Osimo, Miriam e Marco hanno pronunciato le promesse matrimoniali davanti a un ‘celebrante’ speciale: Francesco Favi, assessore alla Cultura del Comune di Chiaravalle. Speciale perché Favi è stato professore di Italiano di Marco, al V liceo scientifico ‘Campana nell’anno scolastico 2005-2006. “Un alunno modello che si è diplomato con 100/100 e che in seguito si è laureato con ottimi voti in ingegneria aerospaziale al Politecnico di Torino” racconta il docente, oggi insegnante di Lettere alle medie Donatello dell’I.C. Cittadella-Margherita Hack di Ancona.

L’arrivo della sposa

“Al tempo io avevo 31 anni ed ero agli esordi dell’insegnamento– ricorda il professore-assessore stamattina in fascia tricolore, il più emozionato dopo i genitori della coppia- Da allora siamo rimasti in contatto e come amico ho potuto seguire la carriera scolastica e professionale di Marco, un ragazzo bravissimo nelle materie scientifiche ma che eccelleva anche in quelle umanistiche. Letteratura e poesia lo hanno aiutato ad esprimersi al meglio anche nell’approccio lavorativo. Oggi – sorride- ho celebrato il mio secondo matrimonio in 4 anni, da quando sono assessore, e l’ho fatto in trasferta ad Osimo”. Marco conferma tutto. “Io e Miriam – dice- abbiamo chiesto a Francesco di unirci in matrimonio perchè per noi era come un cerchio che si chiudeva. E’ stato il mio insegnante ma soprattutto è un carissimo amico”.

La coppia ha scelto il palazzo comunale di Osimo per la cerimonia con rito civile. Bellissima la sposa, in abito bianco con leggero strascico, velo e capelli lasciati sciolti in una elaborata acconciatura, entrata in scena poco dopo le 11 di stamattina al braccio del padre. In mano stringeva il bouquet di rose gialle-arancio che richiamavano gli addobbi floreali della sala ed il fiore all’occhiello sulla giacca del futuro marito. C’erano proprio tutti a  festeggiare i due ragazzi, i parenti e gli amici di sempre. Il pranzo di nozze si è svolto nell’Antica Cantina Sant’Amico di Morro d’Alba, in un pomeriggio assediato dalla pioggia, che ha garantito comunque una festa costellata di applausi e abbracci. La coppia partirà nei prossimi giorni per la luna di miele da trascorrere nella penisola della Yucatan, in Messico, lontano dai luoghi del terremoto.

(m.p.c.)

Foto ricordo del professore Favi con gli sposi

sposi Miriam Simonetti Marco Albenesi

sposi Miriam Simonetti Marco Albenesi

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X