facebook rss

Osimani a Londra: Marco Lilliù
è il testimonial
per il Samsung Galaxy Note 8

OSIMO - Trentanni, da 5 nella capitale del Regno Unito, il disegnatore di fumetti lavora come web quality assurance per l'agenzia Cheil e ha prestato la sua immagine per il lancio del nuovo cellulare nei pannelli pubblicitari di Waterloo Station. "Tornerò in Italia? Forse. Londra è la mia città ideale: è bello vedere che convivono insieme varie etnie e religioni" racconta
martedì 17 Ottobre 2017 - Ore 12:03
Print Friendly, PDF & Email

Marco Lilliù scherza davanti al pannello pubblicitario che lo vede protagonista degli spot della Samsung A Waterloo Station, Londra

C’è un po’ anche di Osimo nella campagna promozionale del nuovo smartphone Samsung Galaxy Note 8 lanciata in queste settimane a Londra. Marco Lilliù, 30enne osimano che vive nella capitale del Regno Unito da 5 anni, ha infatti prestato la sua immagine come testimonial alla multinazionale per gli spot pubblicitari sui pannelli sistemati in una delle stazione della metropolitana più frequentate. “A Londra lavoro per Cheil, una agenzia che ha come cliente principale ed e’ parte di Samsung. Sono un web quality assurance sui siti europei Samsung – racconta Marco – Stavano scattando foto in ufficio per una promozione di 2 settimane a Waterloo station e mi sono quindi offerto”. Partito da Osimo Stazione con una valigia di sogni, Marco che è un creativo, un disegnatore di fumetti, è sbarcato nella city a gennaio del 2012. “Mi piace disegnare nel tempo libero, e sogno di farlo come lavoro un giorno. Ritornare in Italia? Al momento non ho progetti, ma non si sa mai. L’Italia e’ il paese che mi ha cresciuto e a cui sono legato. Non escludo il ritorno, specialmente con l’incertezza Brexit. Londra però mi ispira molto per i miei disegni ed è anche la mia citta’ ideale, mi piace l’idea che persone di qualsiasi etnia e religione possano convivere in un unica realtà”.

I disegni di Marco Lilliù,  un artista osimano a Londra

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X