facebook rss

Accoltellato per pochi spiccioli,
la tentata rapina finisce nel sangue

ANCONA – Aggressione nella notte a piazzale Camerino. Un uomo incappucciato ha avvicinato il ragazzo anconetano: “Dammi i soldi”. Al rifiuto, è partito il fendente e la corsa in ospedale
giovedì 19 ottobre 2017 - Ore 10:27
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Era uscito di casa per andare a comprare le sigarette al distributore automatico, quando una persona con il volto coperto da un cappuccio si è avvicinata a lui. “Dammi i soldi” ha intimato il rapinatore. Ma il ragazzo aveva con sé solo le poche monete per comprare il tabacco. “Allora fuori il cellulare” ha ritentato il rapinatore. E al secondo rifiuto da parte del ragazzo, è partito il fendente con una lama affilata. Aggressione nella notte a piazzale Camerino, la tentata rapina è finita con l’accoltellamento e la corsa in ospedale. La violenza attorno a mezzanotte e tre quarti, vittima un ragazzo anconetano di 19enne che ha raccontato la scena dell’aggressione ai suoi soccorritori. Dopo aver chiesto soldi e cellulare, in una esplosione di rabbia, il rapinatore ha colpito alla gamba il ragazzo con una lama affilata per poi fuggire. La vittima ha subito cercato di scappare e di tornare a casa, solo una volta rientrato nella sua abitazione si è accorto di avere subito una grave perdita di sangue dalla ferita aperta nella coscia. Immediato l’intervento dei soccorsi, sul posto il personale del 118 e della Croce Rossa di Ancona, insieme con una pattuglia della polizia. Il ragazzo è stato trasportato al pronto soccorso di Torrette, non è in pericolo di vita, ma se l’affondo lo avesse raggiunto all’arteria femorale i soccorsi non sarebbero mai arrivati in tempo. Il racconto del 19enne ora è al vaglio della polizia, per cercare di rintracciare l’aggressore, ma gli investigatori non escludono l’ipotesi che la tentata rapina possa essere stata una messa in scena per colpire deliberatamente il ragazzo, un avvertimento all’interno di un regolamento di conti tra coetanei.

(servizio aggiornato alle 15.30)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X