facebook rss

Anna Maria Perdon è il nuovo presidente
del Soroptimist di Ancona

NOMINE - Professore ordinario di Automatica alla Facoltà di Ingegneria dell'Università Politecnica delle Marche, Perdon resterà in carica fino al 2019. «Ci dedicheremo a promuovere il ruolo delle donne nel mondo del lavoro», l'impegno con il quale ha aperto il suo mandato
giovedì 26 Ottobre 2017 - Ore 13:23
Print Friendly, PDF & Email

Anna Maria Perdon con past president e due nuove socie

 

Rimuovere fra le ragazze gli stereotipi che limitano la scelta della professione da intraprendere e sostenere l’inserimento nel mondo del lavoro di donne di categorie fragili, favorendone la formazione professionale. Il cambio della guardia alla presidenza del Soroptimist Club di Ancona apre un biennio intenso dedicato all’istruzione e alle possibilità lavorative del mondo femminile. La nuova presidente è Anna Maria Perdon. Ieri sera, alla conviviale di apertura dell’anno sociale del Club che si è tenuta all’hotel Passetto, Perdon ha ricevuto le consegne dalla presidente uscente Antonietta Daniele. Professore ordinario di Automatica alla Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche, reggerà il Club per le annate 2017/2018 e 2018/2019.

Il progetto Donne e Lavoro, che vedrà il Soroptimist Ancona impegnato per l’immediato futuro, ha lo scopo di aiutare le giovani studentesse delle scuole secondarie ad orientarsi verso materie scientifiche e tecnologiche grazie a incontri con figure di riferimento come ricercatrici e professionisti affermate, vere e proprie testimonial di come ci sia spazio anche per le donne in questi settori. «Le ragazze sono portate a pensare di essere più “adatte” alle materie umanistiche – fa notare la presidente – mentre le competenze scientifiche o tecniche sono tra le più ricercate dal mondo del lavoro e fondamentali per il progresso del Paese. Per fare questo dobbiamo intervenire fin dai primissimi anni di scuola».

Via le bambole e spazio al “Piccolo Chimico”? Perché no. Tra i progetti si pensa anche a un gioco di ruolo per tablet e smartphone, dedicato ai più piccoli, che abbia come protagonista una bambina alle prese con prove di logica e scienze. Previsti, inoltre, per le più grandi, anche progetti di Alternanza Scuola Lavoro, attraverso l’adesione delle socie professioniste del Club. «Vogliamo inoltre – aggiunge la Perdon – attraverso un’adeguata formazione interna, trasformarci in tutor per le giovani. Non solo service tradizionali, dunque, ma protagoniste dell’emancipazione». Oltre a questo proseguirà, naturalmente, l’impegno attivato in questi anni dal Club per il sostegno delle categorie fragili che si è concretizzato, sotto la presidenza Daniele, per esempio, nel migliorare la qualità degli incontri dei bambini con genitori in carcere, al sostegno di dimore protette e all’allestimento presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di una stanza dedicata alle denunce di donne vittime di violenza.
Scarica tutti gli allegati

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X