facebook rss

Tragico incidente in Cina,
25enne muore cadendo dalla finestra

TRAGEDIA - Anna Tiberi, di Fabriano, ha perso la vita dopo essere precipitata dal quarto piano di un hotel in Cina a Wuxi, dove lavorava come mediatrice linguistica. Il padre: "Stiamo cercando anche noi di capire cosa è veramente successo, ma la situazione non è chiara". Ci vorranno giorni per il rientro della salma. Il cordoglio della città nelle parole del sindaco Santarelli
lunedì 6 Novembre 2017 - Ore 11:17
Print Friendly, PDF & Email

Anna Tiberi

 

Fabriano è sotto choc per la morte di  Anna Tiberi. La venticinquenne di Fabriano, mediatrice linguistica che lavorava a Wuxi è precipitata dal quarto piano di un hotel in Cina, nella notte tra sabato e domenica attorno a mezzanotte. Sul volo fatale è tutto ancora da chiarire. Anna si trovava in albergo per una gita del fine settimana con due amiche quando è precipitata dal quarto piano. Le autorità locali non hanno potuto far altro che decretare la morte della giovane.  Il papà della 25enne, ora in pensione, svolge attività di volontariato in Diocesi ed è molto conosciuto come tutta la famiglia in città.

“Non riusciamo a parlare, non sappiamo cosa dire – ha detto al telefono – stiamo cercando anche noi di capire cosa è veramente successo, ma non è chiaro e forse non lo sarà mai”, sussurra, comprensibilmente commosso, con la voce rotta. “L’altro mio figlio è fuori, anche lui, aspetta dall’ambasciata il visto per poter partire e poterla finalmente raggiungere”. Il fratello della ragazza lavora infatti all’estero, e ha contatti con le autorità cinesi, aspettando da un momento all’altro l’ok per partire. Il padre Pietro, a proposito dei funerali, fa capire che la questione sarà lunga e complessa: “Ci hanno detto che ci vorrà un po’ di tempo, non sappiamo ancora quanto, per poter farla rientrare. Abbiamo solo capito che l’iter è lungo, anche 15 o 20 giorni. Non possiamo far niente, solo pregare che affrettino le cose. Noi faremo il possibile affiché affrettino le cose”.
La famiglia, perciò non può far altro che attendere ora il nulla osta per il trasferimento della salma in Italia. “Stiamo seguendo il caso con il ministero degli Affari Esteri – aveva detto il prefetto di Ancona Antonio D’Acunto -. Per il momento non sappiamo nulla di più. Esprimiamo le nostre condoglianze alla famiglia”. Per la famiglia la vicinanza della città e il calore dei conoscenti. Anche il sindaco Gabriele Sabtarelli ha voluto esprimere cordoglio ai genitori e al fratello della ragazza. “La città di Fabriano e l’Amministrazione comunale si stringono intorno alla famiglia di Anna colpita da una notizia che mai si vorrebbe ricevere. – ha scritto il primo cittadino di Fabriano- Un abbraccio particolare e personale a Giacomo e Tommaso. Oggi è stato difficile pensare ad altro e siamo tutti molto scossi. Sono in contatto con la Farnesina alla quale ho chiesto di rimanere aggiornato, ma qualsiasi comunicazione sarà gestita direttamente dagli uffici del Ministero”.

(S.B.)

(servizio aggiornato alle 19.37)

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X