facebook rss

Estra, il cda approva
l’ingresso di Multiservizi

ENERGIA – La holding di Prato ha dato il via all'operazione da 42,4 milioni di euro per cedere il 10% delle quote alla società idrica della provincia di Ancona. La proposta va ora all'assemblea dei soci formata dai 97 Comuni toscani
lunedì 20 Novembre 2017 - Ore 18:56
Print Friendly, PDF & Email

 

Il consiglio di amministrazione di Estra ha deliberato di proporre all’assemblea dei soci, prevista per dicembre, l’operazione che porterà all’ingresso di Multiservizi, multiutility partecipata da 44 Comuni della provincia di Ancona, nell’azionariato con una quota del 10% del capitale sociale. L’operazione prevede un aumento di capitale sociale con esclusione del diritto di opzione per un importo massimo, comprensivo di sovrapprezzo, pari a 42.480.000 Euro, mediante un’offerta di azioni di nuova emissione che verranno sottoscritte da Multiservizi tramite conferimento di beni: la cessione della società Edma. La proposta prevede l’emissione di 22.834.000 azioni aventi godimento regolare, per complessivi nominali 22.834.000 euro con sovraprezzo di 19.646.000 euro, portando così il capitale sociale di Estra da 205.500.000 euro a 228.334.000 euro. Il conferimento di beni da parte di Multiservizi riguarderà in particolare immobili, crediti e la partecipazione del 55% in Edma, holding di partecipazioni di società attive nel settore della distribuzione gas e nella vendita di gas ed energia elettrica, di cui Estra già possiede il 45% e di cui arriverà pertanto a detenere il 100%. L’aumento di capitale si inserisce nel percorso di aggregazione intrapreso a partire dall’esercizio 2013 con il partner Multiservizi con obiettivi di consolidamento e sviluppo nelle attività di vendita gas ed energia elettrica e distribuzione gas nell’area Adriatica, per il tramite della società Edma. L’aumento di capitale sociale prevede alcune condizioni sospensive, tra cui il perfezionamento della riduzione volontaria del capitale sociale di Edma attraverso l’attribuzione proporzionale di una partecipazione di Edma Reti Gas pari al 55% in capo a Multiservizi e pari al 45% in capo a Estra S.p.A. L’obiettivo è di finalizzare l’operazione entro la fine del 2017, dopo l’approvazione dell’assemblea e una volta completati tutti i necessari passaggi formali. La provincia di Ancona, tramite Multiservizi, diventerà quindi il quarto socio del gruppo toscano, che vede già la partecipazione indiretta di 97 Comuni province di Arezzo, Prato, Siena, Firenze, Grosseto e Pistoia.

Operazione Multiservizi – Estra: «Sarà conclusa entro il 2017» M5S e sinistra all’attacco

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X