facebook rss

Scivola nel dirupo e non va al lavoro,
i colleghi danno l’allarme:
ritrovato il 61enne disperso a Genga

RICERCHE - L'uomo, un professore di Rosora, ha trascorso la notte tra i monti di Rosenga all'addiaccio ma sta bene. Non vedendolo arrivare a scuola, la denuncia di scomparsa è stata presentata verso mezzogiorno ai carabinieri di Castelplanio
giovedì 23 Novembre 2017 - Ore 16:20
Print Friendly, PDF & Email

I soccorsi per il disperso a Genga

 

I vigili del fuoco di Fabriano e Jesi sono intervenuti oggi pomerigio a Rosenga di Genga per localizzare ed estrarre il 61enne S.S., un professore che risiede a Rosora e che insegna al liceo classico di Jesi, scomparso da ieri sera. Stamattina il docente di Storia e Filosofia, appassionato di birdwatcing e senza parenti, non si è presentato al lavoro, dopo essere andato in escursione nella zona di Frasassi percorrendo il sentiero che dal piccolo paese si affaccia sulle balze rocciose al centro della Gola. E’ stato ritrovato verso le 16.30 di oggi pomeriggio in un dirupo, lungo il sentiero che parte dalla Chiesetta ma. Nonostante la notte trascorsa all’addiaccio, è in buone condizioni, ma probabilmente ha riportato una frattura agli arti, dovuta alla caduta, che lo ha immobilizzato per diverse ore e che gli ha fatto perdere il telefonino e lo zaino.

I suoi colleghi, non vedendolo arrivare a scuola, hanno dato all’allarme e nel primo pomeriggio di oggi sono scattate le ricerche. A casa vive da solo e nessuno si è preoccupato del fatto che ieri sera non era rientrato.  La denuncia di scomparsa è stata presentata verso mezzogiorno ai carabinieri di Castelplanio che sono riusciti a localizzare il cellulare dello scomparso nell’area di Genga. Prima è stata ritrovata la sua auto a Rosenga e poi lui. I carabinieri avevano avvertito un amico, J.A., che conoscendo bene le abitudini di osservatore della fauna e flora e successivamente consigliandosi con un tecnico di soccorso alpino ha deciso ripercorrere alcuni sentieri che solitamente venivano frequentati insieme. Il ferito è stato ritrovato da J.A. che ha guidato la squadra dei vigili del fuoco lungo il sentiero. Sul posto si è portata l’Unita di Comando Locale della centrale dei Vigili del fuoco di Ancona, il nucleo sommozzatori di Ancona, il personale del distaccamento di Fabriano e l’elicottero dei vigili del fuoco proveniente dal reparto volo di Arezzo. In azione anche le squadre della protezione civile, l’associazione nazionale carabinieri ed i carabinieri. Grazie al’arrivo di Icaro2 di base a Fabriano con il tecnico del Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico che è stato vericellato insieme al medico per prestare i primi soccorsi medicalizzati, il ferito è stato raggiunto. L’eliambulanza è poi sbarcata in una piazzola antistante gli stabilimenti di Genga dell’Ariston ed il 61enne è stato trasportato in ambulanza in ospedale.

(servizio aggiornato alle 17.40)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X