facebook rss

Anconitana, poker all’Osimo Stazione:
i dorici volano a +10

PRIMA CATEGORIA - Lo scontro al vertice al Del Conero finisce 4-0 per i padroni di casa, illuminati dalla doppietta di capitan Mastronunzio. Classifica stellare per gli uomini di Lelli
domenica 26 novembre 2017 - Ore 18:46
Print Friendly, PDF & Email

Festeggiamenti dell’Anconitana davanti ai tifosi della Curva Nord

 

di Giuseppe Giannini

Anconitana da 10 e lode. Secondo poker consecutivo dopo quello calato domenica scorsa contro il Ponterio. E dopo 10 giornate i dorici sono in testa alla classifica con 10 punti di vantaggio sulla seconda. Quell’Osimo Stazione che è naufragato al Del Conero dopo appena trenta minuti di gioco. L’aria che tirava nella tana dei biancorossi era quella che preannuncia la tempesta e dopo il lampo di Mastronunzio hanno tuonato a cavallo della mezz’ora Apetzeguia e Valdes. Tanto è bastato per affondare la seconda forza del torneo.

La cronaca – Osimo Stazione che prova a spaventare l’Ancona al 7′. Ma Lori in collaborazione con Brasili, appostato sul secondo palo, salvano il risultato. Sul capovolgimento di fronte è passata invece la squadra di Lelli. Ad aprire, e poi anche a chiudere nel finale di gara, le danze il solito Mastronunzio che con una doppietta porta il suo bottino personale a 10 gol in dieci partite. La Vipera smista per Valdes che scappa a sinistra e taglia un traversone basso sul primo palo. Il capitano non manca l’appuntamento è insacca sotto misura al 8′. Alla mezz’ora arriva il raddoppio di Apetzeguia che di testa corregge in rete un cross di Brasili. Completa l’opera Valdes che firma, di testa, il primo gol con la maglia dell’Ancona. Corner dalla destra e l’argentino sbuccia la sfera quel tanto che basta per farla finire alle spalle del portiere. Tre gol che chiudono virtualmente il match con un’ora di anticipo e che proiettano l’Ancona in paradiso a 27 punti. Merito di 26 gol fatti e solo tre subiti. Un terzo del bottino sono reti firmate da Mastronunzio sempre più vicino al record di Fiorini (71 reti in biancorosso, la Vipera ne ha siglate 68). Secondo marcatore della squadra il cubano Apetzeguia che contro l’Osimo Stazione segna il settimo gol personale.

Nella ripresa l’Anconitana vuole chiudere i conti ma al 6′ è l’Osimo Stazione ad avere la palla per riaprire la gara. Bugiolacchi indovina il corridoio per Manzocchini che scatta sul filo del fuorigioco e si invola verso l’area dorica palla al piede. Lori gli si fa incontro e neutralizza la conclusione dell’attaccante ospite. Ma è un fuoco di paglia e l’Anconitana torna a controllare la partita. Al 25′ Marengo a tu per tu col portiere si fa ipnotizzare da Talevi. L’Anconitana mette all’angolo gli avversari che non riescono più ad uscire dal forcing dei locali. Gli ospiti chiudono in dieci per il rosso a Barbottini al 34′ e nel finale arriva anche il quarto gol dei biancorossi. Punizione di Mandorino dalla trequarti, in mischia sbuca Mastronunzio che irrompe di testa e schiaccia in porta alle spalle del portiere. Un gol che arriva a risultato già acquisito ma che serve alla Vipera a mettere al sicuro la vetta della classifica marcatori con due centri in più di Nobilini (che sabato è tornato a segnare ed è secondo con 8 reti). E che fa gioire i tifosi in tribuna, non solo quelli della Curva Nord, perché sarà anche la Prima Categoria ma rivedere il capitano segnare è una di quelle cose che mette i brividi. E di cui hanno davvero bisogno la città di Ancona e la sua gente. Perché dopo due anni da incubo si può tornare a sognare sotto al Guasco. Anche sul progetto del Dorico, tema che però ha fatto anche ritornare in auge lo sport preferito dalla classe dirigente anconetana e della sua politica. Incapace di cogliere le opportunità, o quantomeno di vagliarle, prima di divertirti a vestire il ruolo di bastian contrario per partito preso.

Il tabellino:

US ANCONITANA (4-4-2): Lori 6,5; Brasili 6,5, Colombaretti 7, Rossi 6, Cesaroni 6 (1′ st Polenta 6); Tantuccio 6,5, Mandorino 6,5 (39′ st Massei sv), Marengo 6,5, Valdes 7 (35′ st Pucci sv); Apetzaguia 6,5 (38′ st Pucci sv), Mastronunzio 7 (41′ st Cardoso sv). A disp. Angiolani, Fabrizi, Bartoloni. Allenatore Lelli 7

OSIMO STAZIONE (4-5-1): Talevi 5,5; Severino 5, Rossini 5, Silvestrini 5, Ortolani 5 (13′ st Caporaletti 5); Borbotti 5, Staffolani 5,5, Calvigioni 6 (31′ st Cola sv), Martiri 5,5 (13′ st Cappella 5), Clementi 5 (1’st Manzocchini 5,5); Brandoni 5 (1′ st Bugiolacchi 6). A disp. Carbonari, Taddei. All. Menghini 6

Arbitro: Marconi di Jesi

Reti: 8′ e 38′ st Mastronunzio, 30′ Apetzeguia, 32′ Valdes

Note: Spettatori 1000 circa (500 abbonati). Espulso Borbotti al 34′ per doppia ammonizione. Ammoniti Calvigioni, Cesaroni, Mandorino, Borbotti. Corner 7-3. Recuperi 4′ (pt 1′, st 3′).

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X