facebook rss

Calcolo errato della pensione,
il tribunale boccia l’Inps
e abbona 15 mila euro a un’ex impiegata

ANCONA - L'errore, che ha portato nelle tasche della donna oltre 15 mila euro in più, era nato dal conteggio dell'Inpdap che aveva quantificato la somma da erogare in base al full time e non al part time lavorato dalla pensionata. L'ente previdenziale ha richiesto la restituzione dei soldi, ma ha perso sia in primo grado che in secondo
domenica 26 Novembre 2017 - Ore 10:56
Print Friendly, PDF & Email

INPS-direzione regionale

 

Oltre 15 mila euro in più di pensione, l’Inps fa ricorso contro il calcolo errato e perde in tribunale. Ad esultare è una 68enne jesina che aveva incamerato in maniera del tutto inconsapevole il bonus conteggiato nel 2004 dall’Inpdap (poi Inps), dopo la fine dell’attività lavorativa della donna. L’ente aveva preso erroneamente in considerazione l’impiego full time della jesina e non il part time, quello effettivamente svolto come impiegata durante gli anni di lavoro in un’azienda pubblica. La sentenza a favore della pensionata, residente a Chiaravalle, è stata resa nota dalla sezione della Corte d’Appello di Ancona a cui si era rivolto l’Inps impugnando la sentenza di primo grado. Anche in quell’occasione, la jesina difesa dall’avvocato Marco Flavio Torelli – ne era uscita vincitrice. In entrambi i casi, i giudici hanno riconosciuto la mancanza di dolo chiesta invece dall’Inps secondo cui la donna si sarebbe dovuta immediatamente accorgere del calcolo errato dell’Inpdap.  A prevalere, dunque, sarebbe stata la buona fede della pensionata a cui nel febbraio 2013 era stata richiesta la somma erogata fino a quel momento dall’istituto di previdenza, ovvero 9 anni dopo essere andata in pensione. In un primo momento, la jesina aveva presentato un ricorso gerarchico amministrativo, ma era stato respinto.  Così, si era rivolta al giudice del lavoro, vincendo contro la richiesta di restituzione dei 15 mila euro. In appello, il secondo round vinto.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X