facebook rss

In consiglio si parla
di impianti sportivi
e di nuova scuola media

CASTELFIDARDO - Il gruppo Pd-Bic ha presentato tre mozioni a tema da discutere nella seduta consiliare del prossimo 30 novembre
domenica 26 novembre 2017 - Ore 14:34
Print Friendly, PDF & Email

I consiglieri del gruppo Pd-Bic, Enrico Santini e Lara Piatanesi

Tornerà a riunirsi il prossimo 30 novembre il consiglio comunale di Castelfidardo. “Il nostro gruppo consiliare Pd-Castelfidardo Bene in Comune ha pronte 3 mozioni che presenterà il prossimo giovedì 30 novembre. Si parlerà di strutture sportive, questione annosa più volte sollevata dai cittadini” fa sapere il gruppo di minoranza.

In una prima mozione verrà chiesto di provvedere ad una riqualificazione del campetto annesso alla scuola Fornaci anche attraverso la predisposizione di idonei accorgimenti tecnici, affinché possa essere utilizzato durante le ore pomeridiane da parte dei ragazzi del quartiere. “L’altra importante mozione presentata riguarda invece la richiesta di predisporre, nel più breve tempo possibile, un progetto per ottenere contributi regionali destinati alla riqualificazione e la messa a norma di impianti sportivi presenti sul territorio. Riteniamo che sia – posegue la nota del gruppo Pd-Bic – un’occasione da cogliere e per questo chiediamo una risposta tempestiva per poter accedere al bando ed evitare di “perdere un altro treno” importante. E a tal proposito la terza mozione del gruppo riguarda proprio una grande occasione persa per la nostra città: per l’ennesima volta chiederemo all’amministrazione di elaborare un nuovo progetto per la costruzione della nuova scuola media, che contempli il trasferimento di tutti i ragazzi interessati e non solo di una parte. Ciò soprattutto alla luce delle recenti verifiche di vulnerabilità sismica effettuate all’edificio attuale, dalle quali è emersa una forte criticità e un rischio sismico superiore a quello consentito dalle normative vigenti”.

Il gruppo consiliare Pd-Bic spera che almeno questa volta la sua proposta possa essere accolta, “di fronte ad un intollerabile pericolo per i nostri ragazzi. – rimarca nel comunicato stampa – A conclusione del nostro intervento abbiamo formulato altresì un’interrogazione sulla discussa gestione dei rifiuti, per la quale i cittadini hanno manifestato notevoli disagi a fronte della mancata raccolta da parte della Rieco s.p.A. di sacchi di frazione indifferenziata”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X