facebook rss

Bilancio Partecipato, la parola alla città:
cinque idee al voto, una sarà realtà

ANCONA – Sabato 2 dicembre alle 10 la convention alla Mole per presentare i progetti. Tutti i residenti potranno scegliere quale proposta realizzare durante il prossimo anno. Votazioni online aperte fino a domenica 10 dicembre. Ecco le proposte in finale
lunedì 27 novembre 2017 - Ore 16:05
Print Friendly, PDF & Email

I cinque progetti finalisti sul tavolo

 

Torna per il secondo anno il bilancio partecipato: il Comune mette il portafoglio in mano ai cittadini, sarà il voto popolare a decidere quale dei cinque progetti finalisti sarà realizzato nel 2018. Appuntamento sabato prossimo 2 dicembre alle 10 all’auditorium della Mole per conoscere e vedere la presentazione delle idee arrivate fino in fondo al processo di selezione del bilancio partecipato. Il Comune mette sul piatto un budget da 150mila euro (50mila in più dello scorso anno), per trasformare in realtà l’intuizione partita dal basso. Dal 2 dicembre e fino a domenica 10 dicembre si potrà votare online attraverso il sito del Comune www.comuneancona.gov.it oppure di persona utilizzando i computer messi a disposizione negli uffici comunali, tra cui l’Urp di piazza XXIV Maggio e le ex sedi di Circoscrizione. Potranno votare tutti i residenti con 16 anni compiuti di età. Ogni cittadino avrà a disposizione 10 punti da assegnare ai cinque progetti, con la possibilità di dividere il proprio voto su più idee, oppure concentrare i propri 10 punti su una unica proposta. Quali sono i progetti arrivati in finale? Ecco i titoli. Progetto Lungomare Passetto, Servizi igienici pubblici, Attiviamoci, Un pass per Ancona e Acqua per tutti. Lungomare Passetto propone di concludere la realizzazione del camminamento per disabili già iniziato la scorsa estate con i fondi del Fai (leggi l’articolo), per un totale di 130 metri facilmente accessibili con una pendenza vicina all’1%, aggiungendo panchine e arredo urbano all’area delle grotte. Il progetto Servizi Pubblici punta a realizzare nuovi servizi igienici in piazza Cavour, corso Carlo Alberto e al parco del Pincio. Attiviamoci vuole invece recuperare il percorso cardio fitness del parco della Cittadella con segnaletica e attrezzature a norma, ormai in abbandono da anni, aggiungendo anche un itinerario pensato per la riabilitazione e gli anziani. Un Pass per Ancona vuole creare una carta per turisti e cittadini valida per ottenere agevolazioni agli ingressi ai musei, sul trasporto pubblico, nei negozi e in altri servizi di accoglienza cittadini. Acqua per Tutti si concentra invece su Portonovo, spiaggia del Passetto e piscina del Passetto da attrezzare con tutte le pedane e le agevolazioni necessarie per consentire ai portatori di handicap in sedia a rotelle di nuotare liberamente. Le cinque idee finaliste sono passate al vaglio di una assemblea di 115 anconetani estratti a sorte, che hanno dovuto scremare ben 140 proposte iniziali. Il percorso, coordinato dall’assessore al Bilancio, Fabio Fiorillo, si è svolto con le stesse modalità della prima edizione, cominciando con l’invitare un campione di cittadini ad essere protagonisti del processo. Molti tra loro hanno deciso di mettersi in gioco rendendosi disponibili ad alcuni incontri di formazione per conoscere il bilancio comunale, la sua lettura e le sue dinamiche di costruzione, nonché per apprendere come effettivamente si costruisce un progetto e, infine, provare a formularlo. Il tutto con il supporto e la supervisione dei tutors (tecnici comunali). Sulla base dei risultati ottenuti dal voto popolare e fino ad esaurimento del budget complessivo, il progetto – o i progetti – più votati muoveranno i primi passi nell’anno successivo. Quanto al progetto vincitore della edizione 2016 del Bilancio partecipato, “Amico Parco” gli assessori Fiorillo e Foresi hanno anticipato che inizierà domani il cantiere con le prime opere. Si sarebbe voluto dare avvio in estate ma alcuni intoppi di natura burocratica uniti ad un verifica rispetto ad una perdita idrica hanno posticipato l’avvio dell’intervento.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X