facebook rss

Univpm e Camera di Commercio
lanciano CampusWorld: in viaggio
per diventare i professionisti di domani

ANCONA – Presentati i risultati del 2017 e il nuovo bando del 2018 per i neolaureati e laureandi che vogliono fare un'esperienza di lavoro all'estero. Tredicesimo anno per il progetto sostenuto da Camera di Commercio di Ancona e Ubi Banca
Print Friendly, PDF & Email

Da sinistra, Francesco Merloni, Sauro Longhi, Giorgio Cataldi, Massimo Terranova, Gian Luca Gregori

 

Partono dall’Univpm per mettere un piede nel mondo. Quello vero, che sta fuori dall’Italia, ma anche un mondo figurato, quello del lavoro, dove fare il proprio ingresso come figure altamente specializzate grazie alla formazione ricevuta e ai tirocini svolti. E’ l’obiettivo di CampusWorld, il progetto dell’Università Politecnica delle Marche, in collaborazione con la Camera di Commercio di Ancona e con la partecipazione dell’Ubi Banca, nato nel 2005 per sostenere e diffondere l’innovazione tecnologica e formativa. Il percorso è destinato a studenti, laureandi e neolaureati dell’Università Politecnica delle Marche di tutte le Facoltà e Dipartimenti, protagonisti di uno stage all’estero in importanti aziende e multinazionali. Aumenta di anno in anno il numero dei Paesi coinvolti, dal 2005 ad oggi si possono fare esperienze formative, da 2 a 6 mesi, in 53 Paesi diversi, come crescono anche le richieste: 599 le domande presentate nel 2017, di queste 216 ragazzi sono partiti, anche grazie al progetto Erasmus+ Traineeship. L’85% degli intervistati è occupato, di questi il 72% ha trovato lavoro in Italia e in particolare il 54% nelle Marche. Rispetto agli anni precedenti sono aumentati gli occupati, si è passati dal 65% del 2014, al 71% del 2015, fino all’85% del 2016. Altro dato da evidenziare è il tempo di attesa nella ricerca del lavoro, l’88% trova lavoro entro 6 mesi, il 12% entro 1 anno. La maggior parte degli occupati in Italia (64%) ha trovato occupazione presso imprese private svolgendo un’attività coerente con lo studio svolto. Interessante anche considerare il livello retributivo che si attesta mediamente tra i 1.200 e i 1.500 euro per la maggior parte dei lavoratori.

Il parlamentino della Camera di Commercio

Conclusa l’edizione 2017 è già tempo di pensare al prossimo anno. È online nel sito www.univpm.it il nuovo bando CampusWorld, con scadenza mercoledì 13 dicembre alle 13. “Il progetto CampusWorld, da noi appoggiato fin dalla prima edizione, è in linea con le nostre strategie su due binari – ha commentato il presidente Camera di Commercio Giorgio Cataldi -: da un lato quello legato all’internazionalizzazione, dall’altro a quello riferito al nostro impegno verso un target giovanile e all’avvicinamento del mondo scuola/università/formazione a quello del lavoro (che non può che vederci al fianco dell’Università Politecnica delle Marche). Si tratta di due asset su cui la riforma camerale in atto focalizza la nostra azione peraltro già indirizzata da tempo in quella direzione”. Presente anche un partner fondamentale per i tirocini all’estero, Ariston Thermo Group, con il suo presidente onorario Francesco Merloni. “Siamo stati pionieri dell’attività all’estero e oggi la nostra storia prosegue grazie all’internazionalizzazione – ha spiegato Merloni -. Le Marche sono state terra di emigrazione fino al 1971, ma proprio chi tornava dall’estero era il personale più ambito per le loro conoscenze e capacità”. “CampusWorld è un progetto pensato per le nostre studentesse e i nostri studenti ed offre una esperienza internazionale di valore utilissima per trovare un lavoro adeguato al titolo di studio acquisito – ha aggiunto Sauro Longhi, Rettore Università Politecnica delle Marche -. Negli ultimi anni abbiamo voluto aumentare queste opportunità aggiungendo ulteriori borse con il progetto Erasmus+ Traineeship, perché una esperienza lavorativa all’estero è molto utile per rafforzare le competenza e la maturità delle nostre studentesse e dei nostri studenti. Abbiamo bisogno di tanti giovani capaci di comprendere il presente dei proprio territori legandolo agli sviluppi internazionali. Anche per questo stiamo potenziando i corsi in lingua inglese per attirare altri studenti esteri e potenziare la visione internazionale della nostra università.” Per Massimo Terranova, Estero Commerciale UBI Banca, “partecipare a questo progetto, per Ubi, significa cementare ulteriormente il rapporto con il territorio investendo nel capitale più prezioso che ci sia, quello umano. Il bagaglio di esperienze, non solo professionali, delle quali potranno avvalersi questi ragazzi potrà contribuire ad allargare le loro vedute in ossequio al sempre attuale motto ‘con piedi nel borgo e la testa nel mondo’”.

Alcuni dei ragazzi che hanno raccontato la loro esperienza maturata con CampusWorld

Gian Luca Gregori, Pro-Rettore Università Politecnica delle Marche e Coordinatore del Progetto CampusWorld sottolinea tre aspetti: “Il nostro ateneo è stato precursore in questo ambito, promuovendo Campusworld nel 2005. Il secondo aspetto, supportato dai numeri, riguarda il successo riscontrato negli anni e testimoniato dalla crescita dei partecipanti e dall’interesse evidenziato dal numero di domande. Il terzo aspetto riguarda l’impatto che questo progetto ha avuto per l’occupazione dei nostri laureati, nel favorire una circolazione della conoscenza, sia per le imprese italiane che rimangono ad operare nel nostro territorio ma che intendono promuovere la loro presenza all’estero, sia per le imprese italiane che già sono presenti all’estero.” Alla presentazione dei risultati e del nuovo bando sono intervenuti anche alcuni dei ragazzi che hanno compiuto la loro esperienza all’estero grazie a CampusWorld, raccontando come il tirocinio li abbia arricchiti personalmente e dal punto di vista professionale, aiutandoli a stringere le relazioni con le aziende dove oggi lavorano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X