facebook rss

Archi e Palombella,
firmato l’accordo da 12,5 milioni

ANCONA – Il sindaco Mancinelli ha firmato oggi la convenzione con il presidente del Consiglio Gentiloni per lo stanziamento dei fondi destinati alle periferie
Print Friendly, PDF & Email

 

Archi e Palombella, si sbloccano i 12,5 milioni di finanziamenti statali destinati ad Ancona. Il sindaco Valeria Mancinelli ha firmato oggi a Roma con il Presidente del Consiglio dei Ministri, Paolo Gentiloni, la convenzione che sancisce l’assegnazione dei fondi ad Ancona per il programma di riqualificazione della periferia Ingresso Nord della città. Tra gli interventi più strategici la demolizione dell’Ex Birrificio Dreher, la riqualificazione dell’ex Fornace Verrocchio in autostazione e parcheggio scambiatore per i mezzi del trasporto pubblico locale, la completa riqualificazione degli Archi e l’insieme degli interventi di via Marchetti e piazza del Crocifisso confluiti nel primo programma periferie. “Con questa firma – dichiara il sindaco Valeria Mancinelli – completiamo un percorso che ci consente di acquisire le risorse necessarie per attivare tutti i programmi per i quali ci siamo mossi direttamente, progetti che abbiamo presentato rispondendo a bandi e che abbiamo sempre vinto. Oltre a quello odierno, che ha premiato tutti i comuni capoluogo italiani, voglio ricordare il primo bando periferie dove siamo arrivati secondi su ottocento progetti presentati (con il programma di riqualificazione di Borgo Pio e Via Marchetti) e l’ITI waterfront, che ci ha visto primi tra le città marchigiane per progetti di sviluppo delle città. Tutte le convenzioni sono state firmate, gli iter procedurali avviati. Possiamo concretamente cambiare il volto della città.”

Trentacinque anni fa la grande frana Lunedì la firma per la Palombella di domani

Ex Verrocchio, Archi e Palombella: dal governo 12 milioni per la rinascita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X