facebook rss

Piano a luci rosse:
scoperto il centro massaggi hard
vicino ai Salesiani

ANCONA - Gli agenti della Polizia Municipale hanno effettuato un blitz in un centro massaggi trasformato in un'alcova del sesso da, secondo le accuse, una maitresse cinese denunciata per lo sfruttamento e il favoreggiamento della prostituzione di una sua connazionale
martedì 19 Dicembre 2017 - Ore 17:29
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Un centro estetico trasformato in un’alcova del sesso capace di attrarre anche venti clienti al giorno. Tutti italiani, di età compresa tra i 30 e i 70 anni, attratti dai prezzi low cost della struttura. È stato smascherato ieri sera dagli agenti della polizia municipale un fasullo centro benessere aperto da pochi mesi in via Giordano Bruno, a due passi dalla chiesa dei Salesiani.  E non è la prima volta che a Piano vengono scoperte case d’appuntamento. Denunciata per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione una cinese di circa 40 anni, intestataria dell’attività e del contratto di affitto del locale. Sua vittima, secondo i riscontri, sarebbe stata una connazionale di poco più giovane. Unica squillo di tutto il centro benessere, da ieri sera posto sotto sequestro per volontà della procura dorica. Il blitz da parte della sezione di polizia giudiziaria della municipale è scattato dopo una serie di controlli e appostamenti partiti a seguito di alcune lamentele fatte pervenire dai residenti del Piano e frequentatori della vicina parrocchia. Da alcuni mesi, avevano notato uno strano via vai formarsi nei pressi della struttura. Un andirivieni composto da soli uomini. Con i primi sospetti, è partita la segnalazione. Agli agenti è bastato poco per capire che in quel centro dietro ai semplici massaggi si nascondevano anche prestazioni sessuali a pagamento il cui prezzo poteva oscillare dai 20 ai 70 euro a seconda della tipologia. Dopo i primi accertamenti, gli investigatori si sono finti clienti e ieri sera hanno effettuato il blitz, trovando al lavoro la cinese, la cui prostituzione sarebbe stata favorita e sfruttata dalla connazionale. La presunta maitresse sarebbe incappata nella stessa denuncia pochi mesi fa. Secondo i riscontri investigativi, nel centro andavano clienti italiani di tutte le età desiderosi di passare qualche minuto in compagnia della bella orientale, specializzata in massaggi a luci rosse.

Piano a luci rosse, scoperte due case del sesso

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X