facebook rss

Caos viabilità: apre la rotatoria di Torrette,
sindacati all’attacco sui trasporti

ANCONA – Conclusi i lavori della rotonda di via Conca che hanno paralizzato la circolazione, ma non si arrestano le proteste e l'opposizione presenta le interrogazioni in Consiglio comunale. Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Faisa-Cisal chiedono un incontro urgente alla giunta sulle politiche della mobilità
Print Friendly, PDF & Email

La nuova rotatoria di Torrette, dopo la conclusione dell’asfaltatura nel pomeriggio

Gli ultimi lavori di asfaltatura completati mercoledì mattina, nonostante le temperature gelide

 

Asfaltature a zero gradi, strade da rifare dopo appena due anni, la rotatoria di Torrette che si inceppa, tutti in fila per lo shopping di Natale. E se in più spuntano anche la video-denuncia di un autista di Conerobus che chatta al volante, il mix diventa esplosivo. Viabilità e mobilità sotto accusa, i sindacati chiedono un incontro urgente alla giunta, mentre domani giovedì 21 in Consiglio comunale sarà l’opposizione ad andare all’attacco con due interrogazioni del consigliere Fi Daniele Berardinelli e della consigliera M5S Daniela Diomedi per avere spiegazioni sui disagi che si sono scatenati a Torrette negli ultimi giorni. Il calvario della rotatoria all’incrocio tra via Conca e via Esino dovrebbe essere concluso: oggi la fine delle asfaltature, nella serata di mercoledì la rotatoria sarà aperta completamente al traffico, da domani solo lavori di rifinitura. Poi mancherà da stendere il tappetino d’usura, rinviato a primavera con le migliori condizioni meteo. Nonostante la fine dei lavori, le polemiche non accennano a diminuire. Tutti in coda negli orari di punta, con le auto incolonnate fino all’ospedale regionale, a causa di quella opera che avrebbe dovuto snellire il traffico pesante. Tra le criticità, il semaforo all’incrocio con via Esino, che obbliga le auto ad incolonnarsi nella rotatoria, il restringimento all’uscita della rotonda che strozza il traffico e infine la difficoltà dei passaggi pedonali, in attesa della realizzazione dei due sovrappassi promessi dal Comune, la cui progettazione è ora in fase di appalto. Non solo asfalti e cantieri, i sindacati di categoria attaccano anche sul trasporto pubblico. Filt Cgil, Fit Cisl, Uil trasporti, Faisa-Cisal e Ugl chiedono con urgenza un incontro con la giunta per discutere della “sicurezza della viabilità cittadina”. I sindacati in particolare, lamentano la mancanza di una politica che incentivi l’uso del mezzo pubblico da parte del Comune che, grazie anche agli sconti sui biglietti per i parcheggi, sta di fatto contribuendo ad intasare il centro storico secondo le sigle sindacali. “Tutto questo finisce per creare caos ulteriore alla viabilità con marciapiedi spesso occupati abusivamente da auto e corsie preferenziali per i bus, ostruite, che costringono gli autisti a invadere la corsia opposta per transitare” aggiungono i sindacati. “Già in queste ultime settimane, si sono registrati vari incidenti nel centro della città. Tra l’altro, si è anche verificata una spiacevole situazione che ha visto per protagonista un autista di bus, ripreso mentre utilizzava il cellulare durante il normale tragitto di lavoro: qualora l’azienda accerti l’irregolarità, è giusto che vengano presi i dovuti provvedimenti. Tuttavia, un singolo episodio non può vanificare la professionalità di tanti autisti che, ogni giorno, svolgono seriamente il proprio servizio per il cittadino” ricordano i rappresentanti dei lavoratori.

(foto Giusy Marinelli)

Cantieri rebus: via Piave in primavera, via Rodi e via Veneto di nuovo bucate E Torrette esplode

Chatta al volante, video-denuncia accusa autista del bus

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page