facebook rss

Souvenir d’Ancona:
la città si scopre meta di turismo
Ma la Pinacoteca perde visitatori

ANCONA - Trend turistico positivo con quasi 350mila presenze che segnano un aumento vicino al 15 per cento rispetto al 2016. Non brilla però la galleria civica, che passa da 12mila a 8mila presenze, nonostante l'arricchimento con la pala Gozzi di Tiziano
mercoledì 20 Dicembre 2017 - Ore 20:40
Print Friendly, PDF & Email

 

I crocieristi sbarcati ad Ancona (foto d’archivio)

 

La Mole vanvitelliana

 

Cresce il turismo ad Ancona nel 2017, segnando quasi un 15 per cento in più (14,8) rispetto all’anno precedente. Ma se aumentano crocieristi e congressisti, diminuiscono gli ingressi in Pinacoteca, che dopo l’exploit del 2016 – anno della sua riapertura – con Caravaggio, quest’anno perde 4mila visitatori. E si guarda sempre con più attenzione al turismo sportivo, per differenziare l’offerta ed attrarre sempre più persone. Sono i dati illustrati ieri (19 dicembre) dall’assessore a Cultura e Turismo, Paolo Marasca, alla rispettiva commissione presieduta da Susanna Dini.

CROCIERE

Una relazione dettagliata, quella presentata da Marasca, che ha snocciolato numeri e percentuali. Positivo nel complesso il trend del 2017, anno durante il quale sono stati 349mila i turisti che si sono fermati in città (dati al 30 settembre), 45mila in più rispetto al 2016, quando i turisti sono stati 304mila. Su questa cifra, 60mila sono le persone che hanno raggiunto Ancona a bordo di Msc o di una delle altre navi delle compagnie minori, durante i 30 scali complessivi nel porto dorico. Nel 2016 i crocieristi erano stati 55mila (Msc + compagnie minori) contro i 45mila del 2015.

MOSTRE E MUSEI

La pala Gozzi trasferita in Pinacoteca per la mostra “From Tiziano ti Tiziano”

From Tiziano to Tiziano, la mostra sul percorso artistico dell’autore attraverso la lettura della sua prima opera La pala Gozzi ed una delle ultime La Crocifissione, non è bastata a bissare il successo ottenuto lo scorso anno dalla Pinacoteca Podesti con il Caravaggio ed il suo Ragazzo morso da un ramarro che aveva contribuito a far raggiungere alla galleria civica la quota record di 12mila visitatori. Quest’anno si scende ad 8mila. Una performance comunque giudicata positivamente dall’assessore se confrontata con gli ultimi dati precedenti alla chiusura per i lavori di ristrutturazione (2012) quando la media annuale dei visitatori si attestava su 3mila.

In totale mostre e musei contano oltre 72mila presenze, di cui quasi la metà si devono al successo di Icons di Steve McCurry alla Mole, che da sola ha staccato 35mila biglietti creando un effetto domino positivo sulle altre esposizioni, ad esempio il Museo Omero, che ha vissuto un anno d’oro con le sue 30mila presenze, ed anche sulla parte conclusiva di Ecce Homo, inaugurata nel 2016, altro evento di richiamo. Incrementare ancora le proposte espositive è uno degli obiettivi 2018 dell’amministrazione, che punta a pubblicare all’inizio del prossimo anno il calendario annuale completo delle mostre che saranno aperte in città. E nel 2018 dovrebbe presentarsi al pubblico il nuovo ed ampliato Museo della Città.

Dai dati illustrati sembra prendere forma il progetto Mole come polo culturale ed espositivo regionale. Non solo mostre, l’ex Lazzaretto è stato protagonista come location di concerti, in particolare la crescita della rassegna Spilla che, grazie a permessi speciali per l’ampliamento della platea con la rimozione de i posti a sedere, e trainata dai due haedliner Rag’n’Bone Man e The Lumineers, ha superato quota 3.500. La Mole perde i numeri di Adriatico Mediterraneo, che ha cambiato location e formula, andando in scena in autunno. E poi il settore congressuale che ha visto l’organizzazione in città di circa 100 iniziative, divise tra la Mole e le Muse.

La mostra Icons di McCurry

TURISMO SPORTIVO

Infine il turismo sportivo, l’ambito sul quale negli ultimi anni Regione e Comune hanno acceso i riflettori, anche grazie alle possibilità che offrono alcuni impianti, a partire da Palaindoor e Palarossini. Tra atleti, famiglie ed accompagnatori, la presenza di turisti imputabile alle manifestazioni sportive che si sono tenute in città è di 18mila. Dalla Mezza Maratona in pieno centro alla tappa del Trofeo Optimist italiano Kinder + Sport ai campionati europei di ginnastica aerobica ai giochi della Macroregione.

(A. C.)

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X