facebook rss

Presepi viventi e meccanici:
ecco quelli da non perdere

NATIVITÀ – In tutta la provincia dorica, nel giorno di Santo Stefano, vanno in scena molteplici rappresentazioni artistiche del sacro evento. Ad Ancona presepi anche sulla spiaggia
Print Friendly, PDF & Email

Il presepe vivente di Pietralacroce

 

A Santo Stefano rivive la Natività. Sono numerosi i presepi, viventi e tradizionali, che si possono visitare in provincia. Ecco una lista degli imperdibili.

ANCONA. Tre presepi viventi: Parrocchia di san Giuseppe Moscati a Montedago, dalle 17,30 e alle 19,00. Dalle 17 (navette gratuite dalle 16.15 da piazza Cavour) ci sarà la rievocazione della nascita di Gesù al Forte Altavilla di Pietralacroce. Dalle 16, l’emozionante presepe vivente di lunga tradizione, a Candia, nel parco della chiesa di San Raimondo.

LORETO. Presepe meccanico in piazza della Madonna, a pochi passi dal santuario.

MONTESICURO. Presepe artigianale con statuine di vari materiali rappresentate in ambienti suggestivi.

SASSOFERRATO. A Coldellanoce di Sassoferrato di svolge la 29esima edizione di un presepe ormai storico con centinaia di figuranti.

OSTRA. A Vaccarile di Ostra, nella chiesetta di San Pietro Apostolo, va in scena il presepe meccanico.

FABRIANO. A Serradica si tiene la quarta edizione della “Magia dei presepi”, con 25 rappresentazioni sparse per tutto il paese.

OSIMO. Sono tanti gli allestimenti, uno per parrocchia, ma quello meccanizzato  dell’Abbadia è speciale (leggi l’articolo).

OFFAGNA – Nella Grotta Breccia è possibile ammirare i presepi artistici dei fratelli Muscoloni (leggi l’articolo)

GENGA – Niente presepe vivente quest’anno a Genga (leggi l’articolo)

Ad Ancona, nella spiaggia a Palombina il presepe di Giovanni Cori (foto Giusy Marinelli)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page