facebook rss

Va a prendere il nipote all’asilo
e le rubano nell’auto in sosta
la borsa con soldi e telefonino

OSIMO - Ennesimo furto oggi pomeriggio nel parcheggio di via Manzoni, sul retro della Scuola dell'Arcobaleno di San Biagio. La 60enne ed il bimbo in lacrime sono stati soccorsi dai carabinieri di Offagna. L'area non è video sorvegliata
giovedì 11 Gennaio 2018 - Ore 20:19
Print Friendly, PDF & Email

Il plesso scolastico di San Biagio che comprende anche le Primarie

Topi d’auto al parcheggio della scuola dell’Arcobaleno, nella frazione di San Biagio di Osimo. Sicurezza ancora nell’occhio del ciclone nella città dei senza testa. Il furto di una borsa con denaro e documenti, l’ennesimo segnalato, è accaduto oggi pomeriggio verso le 15.15 nel parcheggio di via Manzoni, retrostante la Primaria che ospita anche l’asilo. L’area di sosta è utilizzata di pomeriggio anche dai frequentatori della palestra. Una nonna osimana di 60 anni, T.G., aveva posteggiato la sua vettura, una Hyundai x20, per andare a prendere il nipote alla Materna. Quando è tornata lo sportello dell’auto era stato forzato e la borsa con portamonete e un centinaio di euro, bancomat, carte di credito, documenti e telefonino era sparita. La donna con il bimbo sono scoppiati in lacrime e del fatto, grazie al personale della scuola, sono stati avvisati i carabinieri di Offagna che hanno subito avviato le indagini. La stessa scena si era ripetuta di recente: sotto la pioggia battente, qualche settimana fa, era stata portata via da un Audi una borsa con documenti importanti ad un altro genitori che aveva posteggiato il proprio mezzo per prendere il figlio a scuola. La zona non è video sorvegliata a stasera, una delle insegnati del plesso scolastico, Simonetta Antonelli con un post su facebook ha invitato tutti, in via cautelativa, a non lasciare effetti personali in auto. “La cosa sta diventando cronica: vetri rotti e/o serrature forzate, tutto a parcheggio pieno e in pochi minuti, il tempo di andare a prendere il proprio figlio alla scuola dell’infanzia. Si tratta evidentemente di ladri di professione spregiudicati che si appostano e aspettano il momento giusto. Non lasciate borse o altro in auto” è stato l’invito della docente.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X