facebook rss

Misiti: «Gare di velocità
sulla strada del Conero, serve il tutor»

SIROLO – Il sindaco scrive a Provincia e Prefettura per chiedere di installare lungo la strada provinciale 1 il sistema di rilevazione della velocità media. “La strada è stata teatro di incidenti gravi ed è difficile la prevenzione e la repressione da parte della nostra polizia locale”
Print Friendly, PDF & Email

Strada provinciale del Conero, l’ultimo incidente mortale lo scorso 25 aprile nella frazione Poggio

 

Gare di velocità tra motociclisti, di giorno e di notte, lungo la provinciale 1, una abitudine pericolosa che in passato ha provocato incidenti anche mortali. Per questo il sindaco di Sirolo Moreno Misiti arriva a chiedere l’installazione di un tutor per la rilevazione della velocità media lungo la strada del Conero. Il sindaco prende carta e penna e chiede a Provincia e Prefettura di intervenire. In particolare, Misiti propone di installare il sistema dal rettilineo del benzinaio Tamoil al chilometro 17 fino al bivio per la frazione Fonte d’Olio e per il Monte Conero. La strada è stata “teatro in passato di gravi incidenti stradali e di autentiche gare di velocità, sia diurne che notturne, tra motociclisti, rendendo oltre modo difficoltosa l’attività di prevenzione e repressione del locale Comando di Polizia Municipale” spiega Misiti, che ricorda poi come in Lombardia sia già diffuso l’utilizzo del tutor su strade provinciali, citando gli esempi della strada “dei Giovi”. “Per l’acquisto ed installazione dei tutor e della relativa segnaletica – continua Misiti – si potrà attingere anche alle somme versate annualmente da questo Comune alla Provincia, riscosse quali sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni al Codice della Strada relative alle strade provinciali, site nel territorio del Comune di Sirolo, accertate mediante autovelox”. Il sindaco conclude l’appello anticipando che, se sarà autorizzato, il Comune di Sirolo potrebbe anche installare il tutor a propria cura e spesa, “attingendo comunque ai suddetti fondi destinati alla Provincia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X