facebook rss

Marco Luchetti per il dopo Brandoni
«Abbiamo una comunità da ricostruire»

ELEZIONI – L'ex assessore regionale apre la campagna elettorale, primo candidato sindaco a presentarsi per le prossime amministrative di maggio. Almeno 6 i possibili avversari
sabato 20 gennaio 2018 - Ore 16:44
Print Friendly, PDF & Email

Marco Luchetti al circolo Leopardi

 

Marco Luchetti riparte dalla sua Falconara. Parole chiave dialogo e condivisione per ricostruire una “comunità serena e unita”, finalmente orgogliosa di una città in cui vivere bene. Una presentazione veloce stamane al Circolo Leopardi per scoprire il primo candidato sindaco ufficialmente schierato per le prossime elezioni amministrative. Anche se in realtà da scoprire c’è poco. Lo stesso slogan di Luchetti non nasconde la sua lunga attività politica: “l’esperienza che conosci”. Sposato con 2 figli, 67 anni, sindacalista Cisl a 22 anni e segretario provinciale a 25 anni, dal 2000 al 2015 in Regione, dove entra come consigliere regionale eletto tra i Popolari, dal 2010 diventerà assessore al lavoro della giunta Spacca. L’ultimo colpo di coda dell’indagine “spese facili” della Regione, con la Cassazione che ha annullato il proscioglimento per 54 indagati e il rischio di dover affrontare un processo con l’accusa di peculato, non hanno frenato il falconarese candidato sindaco del Pd. Luchetti se la dovrà vedere quasi sicuramente con l’attuale vicesindaco Stefania Signorini, il “delfino” del sindaco Goffredo Brandoni per conto delle civiche e del centrodestra, il candidato di Falconara a Sinistra, quindi Matteo Marinacci, il nome più quotato per Insieme Civico dopo lo strappo con Uniti per Falconara, e ancora: il sindaco del M5S e dei comitati cittadini. Almeno 6 contendenti per il dopo Brandoni pronti sulla carta, sarà difficile dunque evitare il ballottaggio e affermarsi al primo turno. Alla presentazione di Luchetti, diversi esponenti Pd: dai deputati Lodolini e Carrescia al presidente dell’assemblea regionale Antonio Mastrovincenzo. “È una candidatura al servizio della città, con l’intento di ricostruire la comunità falconarese e far rinascere la voglia di partecipazione tra le persone. Una candidatura, inoltre, che ha come fili conduttori lo sport, l’associazionismo e la scuola” spiega Luchetti. “La mia candidatura parte oggi – commenta Luchetti –, ma mira a costruire un progetto duraturo negli anni, perché la comunità ha bisogno di tempo per tornare ad essere quella che era in passato”. Non solo politica, ma anche tanto associazionismo per Luchetti: per circa trent’anni ha fatto parte del movimento scout, prima nell’ASCI e poi nell’AGESCI. “Questo è il mio modo di contribuire con semplicità, lealtà e dedizione alla vita e al futuro della mia città. Falconara ha bisogno della passione, visione e competenza di ciascuno di noi. Ricostruiamo insieme una comunità serena e unita – conclude Luchetti –. Un progetto di futuro da realizzare con l’energia e la partecipazione dei giovani. Una città di cui essere finalmente orgogliosi, per vivere bene con le nostre famiglie e crescere i nostri figli”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X