facebook rss

Whirlpool-Ariston per Albacina
Fiom e Fim: «Positivo, ora
va chiarito il progetto»

FABRIANO - I sindacati dei metalmeccanici approvano l'accordo per la reindustrializzazione dello stabilimento da parte di Ariston Thermo. Il patron Paolo Merloni, sottolinea l'importanza della continuità di famiglia, per un "nuovo progetto di eccellenza", nel sito chiuso da due anni
sabato 20 Gennaio 2018 - Ore 19:21
Print Friendly, PDF & Email

 

L’A.d. di Whirlpool e presidente di Ariston Thermo si sono dichiarati soddisfatti di aver messo un mattoncino in più per il rilancio del territorio. Un centro di competenza per la progettazione e produzione di sistemi termici con l’uso di energie rinnovabili sarà infatti, come annunciato, aperto ad Albacina, dove i capannoni ex Indesit, chiusi da due anni dopo l’acquisizione da parte di Whirlpool, saranno utilizzati per ospitare un laboratorio per la progettazione e siti di produzione. Whirlpool, si legge in una nota dell’azienda,  aveva dichiarato che avrebbe fatto il possibile “per contenere gli esuberi e tentare la reindustrializzazione”, come anche  “dimostrato da successi di None (VR)  e Teverola (CE)”. Il presidente di Ariston Thermo Paolo Merloni ha dichiarato che “l’acquisizione di questo impianto inaugurato dalla nostra famiglia nel 1959”, dimostra l’attaccamento al territorio per l’avvio di un “nuovo progetto di eccellenza”.  Davide Castiglioni, ad Whirlpool Italia e vice presidente Operazioni Industriali Whirlpool Europa, Africa e Medio Oriente ha dichiarato che dopo l’avvio del  Polo EMEA a Melano questo è un passo avanti per “completare il nostro impegno al riassorbimento del personale del sito di Albacina”.

La Whirlpool a Melano (Fabriano)

La Fiom, nelle parole del funzionario del territorio fabrianese Pullini e del segretario generale Ancona Baldomenico, annuncia che si tratta di un doppio segnale positivo: da un lato è “un investimento di una azienda leader del settore di riferimento, dall’altro “siamo in presenza di una parte importante del piano di riorganizzazione siglato da Whirlpool al Mise nel 2015 che riguarda appunto la reindustrializzazione del sito per cui era prevista la dismissione e che dovrebbe assorbire una parte eventuale dell’esubero di Melano”.

Sperano, le sigle sindacali rappresentanti gli impiegati e gli operai del settore metalmeccanico, in un progetto credibile e a lunga prospettiva, con “ricadute su tutto il territorio”. “Mi auguro che vi vengano impiegate le persone che volontariamente vorranno spostarsi da Whirlpool a Ariston Thermo”, afferma Pierpaolo Pullini. Chiedono inoltre la convocazione di un tavolo di confronto dove tutte le Organizzazioni Sindacali possano avanzare le proprie proposte e richieste per chiarire le condizioni delle persone che saranno impiegate e le produzioni che si faranno. (S.B.)

Ariston Thermo e Whirlpool intesa per riaprire Albacina

Melano: aperta la fabbrica numero 1 di Whirlpool

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X