facebook rss

Consegnati 16 alloggi
di edilizia residenziale pubblica
agevolata alla Cesanella

SENIGALLIA - Attribuito il massimo punteggio coloro "che risultano residenti a Senigallia da oltre dieci anni, che hanno un progetto di vita nella nostra città" ha spiegato il sindaco Maurizio Mangialardi
lunedì 22 Gennaio 2018 - Ore 16:17
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco Maurizio Mangialardi con l’assessore Carlo Girolametti e il responsabile del presidio Erap di Ancona Maurizio Urbinati 

Consegnate questa mattina le chiavi di 16 alloggi di edilizia residenziale pubblica agevolata, ubicati in via Perugino alla Cesanella di Senigallia, ad altrettanti assegnatari che dal 1° marzo potranno iniziare le operazioni di trasloco nelle loro nuove abitazioni. Gli appartamenti, con superfici comprese tra i 45 e i 90 metri quadrati, ospiteranno 48 persone così suddivise: due famiglie composte da una persona, quattro da 2 persone, tre da 3 persone, sei da 4 persone e una da 5 persone. “Tali alloggi – fa sapere una nota stampa del Comune di Senigallia – sono stati assegnati seguendo l’ordine stabilito dalla graduatoria pubblicata lo scorso 17 giugno. Il bando cui hanno partecipato i richiedenti prevede complessivamente l’assegnazione a canone agevolato di altri sei alloggi nella stessa via Perugino e altri 20 al Cesano, in via Strada Settima”. Questi appartamenti saranno consegnati a breve scorrendo l’ordine della già citata graduatoria, valida fino al 18 giugno del 2020 e alla quale sono state ammesse 72 delle 94 famiglie che avevano avanzato la domanda.

“Ringrazio l’ingegnere Maurizio Urbinati – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – per l’importante lavoro che l’Erap sta svolgendo ormai danni a Senigallia, dando seguito alla pianificazione urbanistica dell’Amministrazione comunale volta a rispondere al fabbisogno abitativo. Un lavoro che abbiamo articolato con modalità diverse, spesso innovative come nel caso del progetto di autocostruzione, e con progetti mirati a coniugare sempre la qualità e l’inclusione, binomio fondamentale per costruire una comunità socialmente coesa. Non a caso, tra i vari criteri, abbiamo voluto premiare con l’attribuzione del massimo punteggio coloro che risultano residenti a Senigallia da oltre dieci anni, cioè quanti hanno un proprio progetto di vita nella nostra città. Oggi, dunque, è un giorno importante perché 16 famiglie vedono soddisfatto un loro bisogno primario, ma noi continuiamo a operare e a programmare in questa direzione con altri interventi, tra cui spicca ovviamente quello agli Orti del Vescovo, ma anche quelli all’ex asilo “Le Mimose”, quello di via Montello, e quelli di San Silvestro e Marzocca”.

“Oggi – aggiunge l’assessore all’Edilizia sociale Carlo Girolametti – raccogliamo i frutti della buona programmazione elaborata dalle ultime amministrazioni. Mi piace sottolineare anche le diverse tipologie di intervento che abbiamo messo in campo, le quali comprendono l’edilizia agevolata, quella sovvenzionata, ma anche quella con patto di futura vendita; formule che ci consentono di dare risposte a varie fasce di reddito”. “Negli ultimi dieci anni – conclude il dirigente responsabile del presidio Erap di Ancona Maurizio Urbinati – Senigallia è divenuta un importante laboratorio per le politiche di edilizia residenziale pubblica, grazie anche a progetti che sono stati riconosciuti come best practice e sono stati insigniti di prestigiosi riconoscimenti. Progetti in cui, come nel caso del quartiere Villa Aosta, la riqualificazione edilizia ha coinciso con la riqualificazione sociale e anche architettonica”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page


X