facebook rss

Fabriano, una Caporetto
per i rugbisti di casa

MATCH - La squadra fabrianese non riesce a tener testa ai perugini. La partita finisce 10 a zero per gli ospiti. Ora pausa e ripresa del campionato il prossimo 18 febbraio, in trasferta per affrontare il Rugby Gubbio
mercoledì 31 Gennaio 2018 - Ore 13:18
Print Friendly, PDF & Email

 

Non basta un buon primo tempo per reggere l’urto del Perugia, che nella seconda frazione affonda il coltello nella difesa dei padroni di casa. 10 a zero per gli ospiti, ed un Fabriano Rugby deciso e determinato. Primi 15 minuti di marca fabrianese (per l’occasione oggi con divise blu scuro), buona intensità ma poca precisione negli ultimi 22 metri umbri. Dopo il primo quarto d’ora iniziale, ecco arrivare la risposta perugina con una incursione tra i centri fabrianesi coronata da una meta schiacciata con decisione quasi in mezzo ai pali, ma non trasformata.

Venti minuti di ulteriore equilibrio e poco prima della fine del primo tempo ecco arrivare la seconda meta perugina: calcetto a scavalcare la difesa dei padroni di casa, rimbalzo favorevole, fabrianesi tagliati fuori e meta in mezzo ai pali. Anche in questo caso però nessuna trasformazione. 10 a 0 per il Rugby Perugia e fine dei primi 40 minuti di gioco. Poca la distanza tra le due squadre, rimonta possibile e secondo tempo da giocare con il coltello tra i denti. Questo però non succede, i padroni di casa non riescono a reggere l’urto ospite e nel giro dei primi 10 minuti del secondo tempo altre due mete da parte del Perugia. Una punizione solo parzialmente addolcita da una punizione di Michelangeli che riduce le distanze. 3 a 24 per gli ospiti. Umbri che non si spaventano e continuano a macinare gioco, marcando altre mete. Intorno al trentesimo del secondo tempo l’unica meta fabrianese. Ancora Michelangeli, a segno anche con la trasformazione. Ultimi minuti di sofferenza con la frustata del Rugby Perugia, che ha concluso con altre 2 mete negli ultimissimi minuti per un 57 a 10 come risultato finale.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X