facebook rss

Pasticcio cartelle Tari, Mariani:
“Scherzi a parte all’Osimana”

OSIMO - La capogruppo del Gruppo misto esclude sconti grazie ai 160.000 euro incassati "perchè 140.000 andranno alla ditta che ha svolto gli accertamenti". Poi porta l'esempio di un imprenditore che si è visto arrivare il decreto di annullamento per i 400 euro di accertamento "da considerarsi come mai emesso" e di altro che ha ricevuto l'avviso da 500 euro per le 4 annualità controllate, ma anche la comunicazione di rimborso 2017 per 2.600 euro pagati in eccesso
Print Friendly, PDF & Email

La lettera ricevuta da un imprenditore osimano che si è visto annullare l’accertamento Tari di circa 400 euro con decreto di annullamento del Comune di Osimo

Cartelle Tari  2012-2016 di Osimo, il sindaco annuncia ai concittadini sconti sulle tariffe dell’igiene urbana grazie ai 160.000 euro rastrellati con l’operazione accertamenti, la consigliera di minoranza Maria Grazia Mariani parla invece di “Scherzi a parte all0Osimana” e di “avvisi farlocchi di accertamento Tari”. La capogruppo del Gruppo misto pubblica sui social una lettera di un utente, per testimoniare “gli strafalcioni” di tutta l’operazione da cui sono scaturiti “legittimi ricorsi dei tartassati”. Con la lettera inviata a uno dei 260 imprenditori che avevano ricevuto l’accertamento di circa 400 euro “il funzionario comunale, in autotutela, annulla l’ingiusto balzello e, scrivendo che ‘…l’avviso di accertamento deve considerarsi come mai emesso…’. Racconta anche il caso di un altro imprenditore che ha ricevuto prima di Natale un accertamento Tari di circa 4-500 euro per le 4 annualità (paga circa 4.900 euro l’anno di tariffa rifiuti), ma poi per il 2017 il Comune di Osimo gli ha annunciato che dovrà ricereve un rimborso di 2.600 euro perchè ha versato troppo.

Maria Grazia Mariani

“Qualcosa non torna. Insomma – osserva la consigliera Mariani – dato anche il periodo carnevalesco, forse, questo ‘simpatico’ sindaco ha ben pensato di fare uno scherzo, che farà ridere l’Italia intera ma non i cittadini osimani, costretti a perder tempo e pagare avvocati e commercialisti per far divertire una sola persona: Simone Pugnaloni. E siccome c’è anche qualche imprenditore che ha scoperto che non deve ‘dare’ qualche centinaia di euro per la Tari, ma ‘averne’ restituite migliaia perché ha già indebitamente pagato, vien da chiedersi dove questa Amministrazione troverà i 2 milioni di euro che ha già messo a bilancio e che non incasserà mai?” La Mariani fa anche i conti in tasca all’amministrazione comunale. “Caro sindaco – chiude la sua nota stampa- puoi anche vantarti di aver incassato 160.000 euro (un po’ pochini) nel 2017, ma perché non dici pure quanto ci è costato l’incarico ad Andreani Tributi, la ditta incaricata? Solo nel 2017 oltre 140.000 euro (lo hai affermato tu in Consiglio comunale il 18 dicembre scorso). Ne è valsa la pena?”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X