facebook rss

Rapina in tabaccheria,
individuato il bandito solitario

ANCONA - L'uomo, un polacco di 29 anni denunciato a piede libero, è stato incastrato dalle telecamere installate dall'esercizio commerciale di via Cialdini. Sotto sequestro è finita l'arma utilizzata durante il raid: un coltello giallo lungo 35 centimetri
Print Friendly, PDF & Email

Il coltello utilizzato dal rapinatore

 

Aveva sottratto più di 800 euro alla tabaccheria di via Cialdini dopo aver puntato un coltello contro il figlio della titolare: individuato e denunciato l’autore del raid. Si tratta di un polacco di 29 anni. L’uomo è stato denunciato a piede libero dopo le indagini lampo compiute dalla Squadra Mobile. A dare un aiuto fondamentale ai poliziotti sono state le riprese delle telecamere installate, sia all’interno che all’esterno, dall’attività commerciale di proprietà di Velia Laino. Dopo essere stato individuato, il polacco è stato portato in questura.  Proprio qui, l’uomo ha ammesso di essere stato l’autore della rapina collaborando con i poliziotti affinchè venisse trovata l’arma della rapina, ovvero un coltello giallo della lunghezza di 35 centimetri. La lama era stata puntata contro Matteo, figlio della titolare, costretto ad aprire la cassa e consegnare nelle mani del bandito l’incasso di giornata. Il 29enne aveva agito con una bandana sulla bocca e un cappuccio in testa. I poliziotti hanno rinvenuto anche questi indumenti.

Coltello contro il tabaccaio: rapinatore fugge con 800 euro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X