facebook rss

Lardini, la vittoria più bella:
capitan Negrini è in dolce attesa

PALLAVOLO FEMMINILE SERIE A1 - La schiacciatrice ha reso noto questa mattina che diventerà mamma per la seconda volta. Mancherà per il finale di stagione: "Il mio è solo un arrivederci al volley"
martedì 13 febbraio 2018 - Ore 15:31
Print Friendly, PDF & Email

Chiara Negrini

 

Un’altra sfida importante per Chiara Negrini. E’ la partita più bella, quella della maternità, la seconda dopo la nascita di Ginevra nel 2012. Il capitano della Lardini è in dolce attesa e questa mattina lo ha comunicato alla società e alla squadra. Inevitabile l’emozione. “La notizia che Chiara è incinta è un’occasione di gioia per tutti noi – commenta il presidente onorario Giovanni Morresi –. Nella nostra società la persona viene sempre prima dell’atleta. E’ evidente che per questo finale di stagione non potremo fare affidamento sulle qualità tecniche della giocatrice, ma il suo ruolo di capitano sarà ugualmente importante. Bisogna sempre cercare di trarre le opportunità che spesso sono insite nelle difficoltà: Chiara Negrini rappresenterà un supporto in più allo staff tecnico”. Vera capitana, dentro e fuori dal campo. “Inutile dire che sono molto felice – confessa Chiara Negrini –. Era un progetto condiviso con mio marito (il tatuatore Tommaso Buglioni, tandr.), pensavamo di poterlo realizzare più in là. Sono contenta e ringrazio la società che ha voluto che continuassi a dare il mio contributo. Ci tenevo molto, soprattutto perché è stata una stagione difficile e voglio dare una mano fino alla fine. Le mie compagne di squadra hanno avuto una bellissima reazione e le ringrazio per l’affetto che mi hanno dimostrato: a loro dico che sarò presente al cento per cento, pronta a dare consigli se lo vorranno. Io ci sono. Mi fa piacere condividere con tutti i tifosi questa bella notizia che non ho avuto problemi a rendere pubblica, perché sono sempre stata trasparente. Ho affrontato la prima maternità con serenità e sono sicura che anche stavolta rappresenterà per me una marcia in più. E’ solo un arrivederci, la pallavolo farà ancora parte della mia vita”.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X