facebook rss

All’Anconitana basta la Vipera
per superare Marotta

CALCIO – Serve un'ora per sbloccare il match, complice il pantano del Del Conero. I biancorossi ne escono come sempre aggrappandosi al loro capitano simbolo, Mastronunzio
Print Friendly, PDF & Email

Mastronunzio festeggia la rete della vittoria

 

di Giuseppe Giannini

Con un guizzo della Vipera l’Anconitana supera il Marotta. Ma anche se i dorici non concedono nulla, o quasi, rischiano di rimanere impantanati in un Del Conero reso al limite della praticabilità dalla pioggia. Perché ci vuole quasi un’ora ai locali per sbloccare la partita. E ci vuole la solita giocata di Mastronunzio sempre più decisivo e fondamentale in questo campionato dei record dell’Ancona. Sale così a 81 il bottino del bomber più prolifico di sempre in maglia biancorossa. Sono invece 23 i centri stagionali della Vipera: capocannoniere indiscusso di questo torneo. Il Capitano da solo ha segnato più di un terzo delle reti della squadra (64 in tutto) e ci sono altre otto giornate per continuare a segnare e far sognare i tifosi. Tasto da gioie e dolori. Perché quelli che vanno allo stadio dimostrano sempre grande attaccamento, ma sono sempre meno e la media nell’ultimo mese parla di un calo del 50 per cento rispetto alla prima parte della stagione. Numeri che potrebbero pesare in negativo sull’ipotesi di un doppio salto, provare a disputare direttamente l’Eccellenza, “saltando” la Promozione dopo la vittoria di questo campionato. E che possono anche essere ricompresi per via delle giornate invernali e di un campionato dall’esito scontato. Ma che non rendono giustizia alle prestazioni della squadra e agli sforzi della società che ha salvato in extremis il calcio anconetano ridando credibilità, dignità e ambizione alla squadra del capoluogo di regione dopo gli anni horribilis della gestione dei tifosi. Ma tornando al calcio giocato la squadra di Lelli fatica su di un campo in cui era quasi impossibile giocare palla a terra. Il primo tempo finisce a reti inviolate e questa volta non è certo un problema di approccio, perché l’Ancona già nei primi dieci minuti costruisce due palle gol. Ma Falcinelli tiene a galla gli ospiti spingendo in corner una deviazione della propria difesa su traversone velenoso di Storani (8′). E poi sugli sviluppi del tiro dalla bandierina neutralizza la conclusione di Apetzeguia da posizione defilata (9′). Gli ospiti replicano con la punizione di Sebastianelli di poco a lato e l’incursione di Coppa che si infila tra i due centrali, riceve in area ma spara alto. Poi torna a comandare l’Anconitana che ci prova con Strano da fuori ma Falcinelli conferma la giornata di grazia e con Colombaretti di testa su corner con Ricci che al volo spazza ed evita un gol fatto. Nella ripresa si continua a giocare ad una sola porta. Pronti via e Storani con un passaggio filtrante serve in area Mastronunzio. Il Capitano calcia in diagonale ma non inquadra lo specchio, complice anche una deviazione di un difensore non ravvisata dall’arbitro che non concede il calcio d’angolo ai biancorossi. Gol rinviato al 10′ quando Colombaretti pesca con un lancio dalle retrovie il capitano che spalle alla porta appoggia per Storani. Il numero dieci allarga a destra per Strano che mette un cross col contagiri per l’accorrente Mastronunzio che prende l’ascensore e di testa segna il gol che decide il match. La risposta degli ospiti è tutta nel colpo di testa di Ricci bloccato da Lori al 19′. Mentre il palo respinge lontano la punizione ben calciata da Storani al 25′. Il numero dieci ci riprova pochi minuti dopo con una sventola da fuori bloccata a terra da Felcinelli che al 31′ neutralizza, con la collaborazione di un compagno, la rasoiata di Mastronunzio resa ancor più insidiosa dal fango creatosi in area piccola. E’ l’ultima occasione per i raddoppio che non arriva. Ma l’importante sono i tre punti che consentono ai dorici di lasciare invariato il distacco sull’Osimo Stazione, secondo a meno undici dai biancorossi.

ANCONITANA 1

MAROTTA 0

ANCONITANA (4-3-3): Lori 6; Polenta 6 (34’st Brasili sv), Colombaretti 6,5, Rossi 6,5, Cesaroni 6; Marengo 6,5, Della Spoletina 6, Strano 7; Storani 7 (42’st Pucci sv), Mastronunzio 7,5, Apezteguia 6 (1’st Bartoloni 6,5). All. Lelli 6,5

MAROTTA (4-4-2): Falcinelli 7; Tomassini 6, Cucchi 6, Caporaletti 6, Donati 5,5; Ricci 6,5, Sebastianelli 6 (27’st Fuligni sv), Errady 6, Pacenti 5,5 (22’st Agostinelli 5); Coppa 5,5, Tanfani 5 (36’st Mezzotero sv). All. De Filippi 6

ARBITRO: Pignotti di San Benedetto del Tronto 6

RETI: 10’st Mastronunzio

NOTE: spettatori 400 circa, di cui 179 paganti; ammoniti Colombaretti, Tanfani, Marengo, Cesaroni, Tomassini; corner 6-4; recupero 2’pt e 4’st;

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X