facebook rss

Neve e rischio gelate: attivate
le sale radio della Protezione civile

ALLERTA METEO - Ancona è pronta ad affrontare l'emergenza maltempo. Dopo la pioggia insistente il Misa è sorvegliato speciale a Senigallia, a Jesi chiuso il sottopasso vicino alla Golden Gas per allagamenti e aperto il tavolo di protezione civile. A Fabriano spazzaneve in azione mentre ad Osimo scatterà il piano neve in caso di necessità nel week end ma il Coc è già operativo
Print Friendly, PDF & Email

Fabriano la frazione di Attiggio

Il rischio neve e gelate per l’abbassamento della temperature è dietro l’angolo e l’allerta meteo lanciata dalla protezione civile non promette bene per le prossime ore. Tutte le città della provincia, Ancona per prima, si preparano ad affrontare il grande freddo atteso per il fine settimana. E’ chiuso da stamattina a Jesi il sottopasso vicino alla Golden Gas e a via della Bachetta, la strada che conduce a Monsano. La pioggia insistente di ieri l’ha infatti allagato e reso pericoloso per il transito. A palazzo comunale stamattina era in programma una riunione per organizzare l’emergenza maltempo che ha già colpito l’entroterra maceratese e anconetano con Arcevia che oggi si è svegliata coperta da un soffice manto di neve. Presieduto dal sindaco Massimo Bacci, al tavolo di protezione civile comunale di Jesi, è stato fatto il punto della situazione in vista dell’annunciato peggioramento delle condizioni atmosferiche.

Il sindaco di Jesi, Massimo Bacci stamattina al tavolo della protezione civile

Il sindaco, in qualità di responsabile della protezione civile, ha voluto verificare di persona che tutti gli Uffici coinvolti fossero informati, pronti ad attivare i vari interventi previsti nel Piano operativo in caso di neve, con particolare riferimento alla piena funzionalità della sala operativa, alla pulizia di strade e marciapiedi, all’assistenza alla popolazione, alla comunicazione nelle scuole. Sulla base delle disposizioni condivise, ciascun Ufficio provvederà ora a fornire le comunicazioni di competenza ai tanti soggetti che, coordinati dal Comune, contribuiscono a rendere pienamente operativo il Piano di protezione civile nella nostra città. “Nessun allarmismo – è stato sottolineato al riguardo – ma una attenzione sempre vigile per non farsi trovare impreparati”.  Sempre stamattina alle 8.30, la polizia locale di Jesi è intervenuta in via Veneto per un incidente senza gravi conseguenze. Una 46enne jesina, T.L., al volante di una Opel Agila, per cause da chiarire si è scontrata con una Citroën Saxo, guidata dalla 34enne jesina O.C., che è ricorsa alle cure del pronto soccorso del Carlo Urbani. Più tardi, verso le 10.30, i vigili del fuoco di Jesi hanno svolto un sopralluogo in via Garibaldi per verificare la staticità di un pioppo con grandi rami che incombono su un incrocio. I pompieri non hanno ritenuto di doverli tagliare ma hanno invitato il privato nel cui piazzale dimora l’albero, a mettere in sicurezza la pianta.

A Senigallia, il Misa è sorvegliato speciale

Anche a Senigallia, a causa del persistere dell’attuale perturbazione, che ha portato a una lieve crescita dei livelli del fiume Misa, il Comune ha attivato fin da stamattina presto la sala radio della Protezione civile per monitorare l’evolversi della situazione. “Al momento non si registrano criticità né sul Misa né sul reticolo minore” garantisce l’amministrazione comunale che ha fissato per il prossimo 18 marzo la nuova data per il Carnevale di Senigallia, rinviato per due volte a causa del maltempo. A Fabriano stamattina sono passati i mezzi spazzaneve in alcune frazioni già isolate dalla neve. “Quest’anno i mezzi scanzaneve che operano sul territorio sono stati dotati di un sistema Gps.- spiega il sindaco di Fabriano, Gabriele Santarelli – In questo modo possiamo verificare i percorsi eseguiti e intervenire puntualmente per aggiustare il tiro anche in base alle segnalazioni che ci state inviando. Il territorio è ampio e non è facile intervenire tempestivamente ovunque ma lavoriamo per riuscirci al meglio”.  Falconara è in allerta come  Osimo. “La Protezione Civile è pronta a cooperare per attuare il  piano neve  e tutte le misure di emergenza necessarie. – comunica il sindaco di Osimo che oggi ha convocato il Coc anche per gestire la manifestazione ‘M’Illumino di meno’ – Al momento, nonostante la pioggia insistente di ieri, non si registrano criticità“. “Siamo in allerta arancione ed è stato aperto il Coc – spiega il sindaco di Osimo, Simone Pugnaloni – Siamo tutti in fase di attenzione per monitoraggio del territorio a seguito del messaggio di allertamento della Protezione civile regionale”.  Dopo le precipitazioni delle ultime ore, tutti i corsi d’acqua, soprattutto il Musone, sono ancora sotto il livello di guardia ma vengono monitorati. La Tpl Osimo, la società che gestisce la mobilità urbana per conto del Comune di Osimo, ha avvisato l’utenza su possibili ritardi o soppressione delle corse delle circolari urbane nelle frazioni, in caso di nevicate che rendano difficile la circolazione stradale. Preparati ad affrontare la neve sulle strade, con i mezzi spargisale già allertati, anche Castelfidardo e Filottrano.

(servizio aggiornato alle ore 17)

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X