facebook rss

Tentate rapine ai tabacchi:
bandito scarcerato,
Andrà ai domiciliari

ANCONA - Il 20enne marocchino arrestato martedì dopo l'assalto alla tabaccheria di Falconara, dovrà scontare i domiciliari con il braccialetto elettronico. Così ha deciso oggi il giudice durante l'udienza di convalida a Montacuto
Print Friendly, PDF & Email

Il 20enne arrestato

 

Martedì è finito in arresto dopo aver assaltato con un coltello la tabaccheria di via Matteotti, a Falconara. Dopo tre giorni passati in una cella di Montacuto, il 20enne marocchino a cui la procura attribuisce anche la tentata rapina al tabacchi di via Pasubio, al Passetto, verrà scarcerato e posto agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. Così ha deciso oggi il gip Carlo Cimini durante l’udienza di convalida che si è tenuta a Montacuto solamente per l’episodio avvenuto martedì. Lo straniero, dal 2014 in Italia con regolare permesso di soggiorno, si è avvalso della facoltà di non rispondere davanti al giudice. In un primo colloquio con il suo avvocato, Cristina Bolognini, aveva però affermato di non c’entrare nulla con le due rapine, scardinando le accuse mosse dalla procura. Nei giorni dei due assalti, il giovane ha sostenuto di trovarsi in compagnia di alcuni amici e di non essere mai entrato nei negozi presi di mira. A contrastare con le sue dichiarazioni, le immagini delle telecamere della tabaccheria di via Matteotti e il riconoscimento da parte delle vittime.

Due rapine fallite in due giorni: a Montacuto il terrore dei tabaccai È un 20enne marocchino (Video)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X