facebook rss

Molesta e palpeggia le minorenni,
preso il maniaco del bus

ANCONA – Denunciato dalla polizia un 46enne residente ad Ancona con l'accusa di violenza sessuale e stalking aggravati e continuati. L'uomo aveva preso di mira le studentesse sui mezzi pubblici. L'appello della Questura: “Chi ha subito le molestie si faccia avanti”
venerdì 2 Marzo 2018 - Ore 12:11
Print Friendly, PDF & Email

 

Allunga le mani e palpeggia le ragazzine minorenni a bordo dei bus, è stato incastrato dalle foto scattate da una delle vittime con lo smartphone. Gli agenti della squadra mobile della Questura di Ancona hanno denunciato un 46enne residente ad Ancona per violenza sessuale e stalking aggravati e continuati. L’uomo era stato segnalato da tempo, anche tramite i social network, come molestatore di minorenni, specialmente quando queste si trovavano a bordo di autobus della rete urbana, ma per lungo tempo era rimasto ignoto agli inquirenti. Le prime segnalazioni delle molestie sessuali risalgono a diversi mesi  fa, quando una giovane 17enne che si trovava a bordo di un autobus, di ritorno dalla scuola, veniva avvicinata da uno sconosciuto che, approfittando della situazione caotica, allungava le mani sulle gambe della giovane palpeggiandola. La ragazza riferiva di essere rimasta sorpresa e spaventata tanto da non riuscire a reagire, rimanendo incastrata e immobile nel posto a sedere, senza possibilità di allontanarsi. Tornata a casa, sconvolta dell’accaduto, ha raccontato tutto alla madre, rimasta allibita e impotente dinanzi all’accaduto. Dopo appena quindici giorni sempre la stessa giovane, di ritorno a casa in ore serali, mentre viaggiava a bordo di un altro autobus, ha notato ancora quell’uomo. Presa dal terrore che si potesse ripetere la molestia, ha cercato di evitare lo sguardo dell’uomo parlando con un’amica. Con il bus che cominciava a svuotarsi per l’avvicinarsi del capolinea, l’uomo si è seduto di fianco alla ragazza, rimasta sola. Così la 17enne ha dovuto subire un altro palpeggiamento, prima di fuggire dall’autobus. Altri episodi analoghi sono stati denunciati in Questura da giovani vittime. Una di queste era riuscita a fotografare l’uomo utilizzando il suo smartphone. L’attività di indagine degli uomini e delle donne della squadra mobile, che per l’occasione hanno svolto numerosi controlli a bordo degli autobus di linea, grazie al fotogramma in loro possesso, permetteva pochi giorni fa di rintracciare ed identificare l’uomo. Sono in corso da parte della investigatori ulteriori verifiche sulle foto scattate anche da altre vittime. Solo grazie al senso civico di queste giovani ragazze, la polizia, coordinata dalla Procura della Repubblica di Ancona, è riuscita ad individuare e denunciare il 46enne autore delle violenze e dello stalking. L’indagine, oltre alla denuncia dell’indagato per i reati di violenza sessuale e stalking aggravati dalla continuità e dalla età delle ragazze, mira a scoprire tutti gli episodi imputabili all’uomo e commessi nei confronti delle ragazze che finora non si sono fatte avanti per denunciare le molestie. Per questo motivo, la Questura invita tutte le giovani che hanno subito le molestie sui bus di rivolgersi alla squadra mobile per essere ascoltate.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X