facebook rss

L’Anconitana vince a Chiaravalle e
allunga su Osimo Stazione: biancorossi a più 14

CALCIO - Distanza ormai incolmabile tra i primi della classifica di mister Lelli e gli avversari che cadono a Monserra. Al Comunale, dopo la lunga pausa di due settimana a causa della neve, i dorici guidati da Mastronunzio non sbagliano nemmeno stavolta e archiviano il match con un secco 2 a 0
domenica 11 Marzo 2018 - Ore 20:20
Print Friendly, PDF & Email

Apetezeguia, foto d’archivio

 

di Giuseppe Giannini

L’Anconitana vince a Chiaravalle e appare ormai imprendibile in classifica: 14 punti di vantaggio sulla seconda hanno il sapore di giochi chiusi, con tre mesi di anticipo. Perché ad undici gare dal termine soltanto un clamoroso harakiri dei biancorossi può mettere in discussione la vittoria del campionato. Dopo lo sconfitta dell’Osimo Stazione a Monserra i dorici non falliscono il match point del Comunale. Con un risultato all’inglese si impongono sul Chiaravalle. I dorici chiudono infatti già in vantaggio il primo tempo. Grazie al gol di Strano che alla mezz’ora sblocca di testa su invito di Marengo. Nella ripresa chiude i conti Mastronunzio al 24esimo centro stagionale e sempre più capocannoniere indiscusso di questo torneo. Sale così a 82 reti il bottino del bomber più prolifico di sempre in maglia biancorossa. In entrambe le occasioni veste i panni dell’ispiratore Marengo. Partito ad inizio stagione all’ombra di Mandorino il giovane centrocampista è cresciuto in fretta. Costretto dall’infortunio del compagno, che finalmente si è rivisto in campo negli scampoli di gara, a prendersi maggiori responsabilità in mezzo al campo. È riuscito a dare vigore e sostanza alle sue prestazioni senza perdere la lucidità e la magia dell’ultimo passaggio. Anche contro il Chiaravalle sono stati i suoi acuti a spalancare la strada verso la vittoria. L’Ancona parte bene. I quindici giorni di riposo forzato per lo stop dei campionati a causa del maltempo fanno bene ai dorici. Che non recuperano uomini, anzi ne perdono un altro del calibro di Storani. Ma recuperano energie fisiche e mentali. Estremamente utili per il finale di campionato. Ma anche per la gara col Chiaravalle. Una partita maschia che l’Ancona vince coi muscoli e con la testa. Apetzeguia torna ad essere seriamente pericoloso. Al 9′ scarica di sinistro al volo. Cecchini si distende sul potente diagonale e devia. Il cubano ci riprova la 36′ quando raccoglie in area si beve un uomo ma si trova il portiere in uscita sui piedi. In mezzo c’è il gol di Strano che salta da solo nel cuore dell’area e al 32′ deposita in rete di testa su cross di Marengo da calcio piazzato. In avvio Strano ci riprova, ma al 2′ manca di un soffio la deviazione sul secondo palo. Gol del raddoppio solo rinviato. Al 5′ Marengo illumina in verticale. Bartoloni di tacco impreziosisce e perfeziona per Mastronunzio che galleggia in area e di sinistro mette nell’angolino. Cecchini è battuto e l’Anconitana prende il largo. Perché l’Osimo Stazione è caduto sul campo del Monserra (2-1) e i punti di distacco dalla seconda ora sono 14. Un vantaggio che diventa ancor più ampio vedendo i progressi della squadra di Lelli sul campo. Che controlla fino al termine sfiorando il raddoppio e concede le briciole agli avversari. Pericolosi solo al 15′ su punizione di Durso che dai 20 metri manca di poco il sette. Al 40′ rischia di subire un gollonzo il portiere Cecchini, tra i migliori nonostante le due reti subite. Su conclusione di Polenta deviata il pallone si impenna e costringe il portiere agli straordinari per evitare la beffa. Sugli sviluppi del corner incornata di Della Spoletina con il portiere che si accartoccia sulla sfera. Nel recupero dentro anche Mandorino, minuti utili per fargli assaggiare il campo dopo il lungo stop.

CHIARAVALLE 0

ANCONITANA 2

CHIARAVALLE (4-4-2): Cecchini 6,5; Severini 5,5 (14’st Sposito 5,5), Lorenzini 6, Rossolini 6, Ciarimboli 6; Giacomelli 6,5, Mencarelli 6 (10’st Bacci 5), Costantini 6 (34’st Candelaresi sv), D’Urzo 6,5 (25’st Barboni sv); Davide Maria Rocchetti 5 (30’st Marinangeli sv), Tigano 5,5. A disp. Torbidoni, Mattia Rocchetti.

All. Onorato 6

ANCONITANA (4-3-3): Lori 6; Polenta 6,5, Colombaretti 6,5, Rossi 6,5, Brasili 6,5; Strano 7, Marengo 7,5, Della Spoletina 6 (42’st Mandorino sv); Bartoloni 6,5 (29’st Pucci sv), Mastronunzio 6,5, Apezteguia 6 (39’st Fernandes Cardoso sv). A disp. Ruspantini, Fabrizi, Massei.

All. Lelli 7

ARBITRO: Chiariotti di Macerata 6

RETI: 32’pt Strano, 5’st Mastronunzio.

NOTE: spettatori 400 circa; ammoniti Rossolini e Bartoloni; corner 2-5; recupero 1’pt e 4’st;

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X