facebook rss

Fabriano Rugby, domenica nera
contro il Città di Castello

FABRIANO - Disfatta contro il Città di Castello. Il Fabriano Rugby tenta la rimonta dopo l'intervallo, ma finisce 41 a 0. Energie da recuperare, ora, in vista della trasferta di domenica prossima contro i Dragoni del Rugby Terni.
Print Friendly, PDF & Email

Fabriano Rugby vs Città di Castello, domenica 11 marzo

Niente da fare per il Fabriano Rugby. Il Città di Castello supera i fabbri in rosso per 41 a 0. Una partita decisa negli ultimi minuti del primo tempo, quando ancora il risultato era in bilico e la partita ancora non aveva preso la strada per l’Umbria. Primi minuti di grande sfida tra le prime linee, compatte e decise nel chiudere ogni possibile varco per i trequarti avversari. Il campo pesante, errori nel controllo dell’ovale ma grande determinazione da parte dei 30 uomini scesi in campo. L’equilibrio di rompe poco dopo il 20° di gioco, con una punizione calciata in mezzo ai pali. Primi 3 punti e vantaggio per gli ospiti. Il Fabriano Rugby non ci sta, e cerca di replicare velocemente allo svantaggio. 5 minuti dopo ecco arrivare una seconda punizione, questa volta per i padroni di casa. Circa 30 metri di distanza, zona di calcio leggermente spostata verso la parte destra del campo. Michelangeli prova a centrare i pali, ma la palla sfila alla sinistra della difesa degli umbri. Dopo una seconda punizione per gli ospiti (non trasformata anche in questo caso, però passata sotto la trasversale dell’h) gli “uomini in rosso” cercando di recuperare lo svantaggio, provano a giocare con rabbia a determinazione, ma l’errore è dietro l’angolo ed apre la strada per la prima meta di giornata per il Città di Castello. Al 35° gli ospiti scavano un solco profondo 10 punti. Vantaggio ribadito con la seconda meta di giornata, marcata al 40° di gioco. Questa però non trasformata. 15 a 0 ospite ed intervallo. Tenta la via della rimonta il Fabriano Rugby, ma l’impatto con la seconda frazione di gioco è durissimo: terza meta per gli umbri ed obiettivo da raggiungere sempre più distante. La squadra di casa prova a scuotersi, cerca di recuperare il bandolo della matassa, ma il gioco sui tre-quarti non ingrana e gli errori commessi (sia in fase di attacco che in quella di difesa) vengono puniti con altri punti da parte degli umbri che continuano a marcare mete e punti. La partita termina all’ottantesimo di gioco esatto, con l’ultima trasformazione che porta a 41 il bottino di punti ottenuto meritatamente dal Città di Castello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X