facebook rss

Lavoro regolare
e etica delle imprese:
Falconara firma protocollo

APPALTI - Il documento sottoscritto stamattina in municipio punta a garantire nei contratti il rispetto delle legislazione sociale e dei diritti dei lavoratori. L'hanno firmato il sindaco Goffredo Brandoni e i sindacalisti Marco Bastianelli (Cgil Ancona), Alessandro Mancinelli (Cisl Marche) e Sandro Bellagamba (Uil Marche)
martedì 20 Marzo 2018 - Ore 14:47
Print Friendly, PDF & Email

La frima del protocollo tra Comune di Falconara ed i sindacati

Questa mattina al Castello di Falconara Alta, il sindaco Goffredo Brandoni ha siglato il protocollo di intesa in materia di affidamenti di lavori, servizi e forniture fra il Comune di Falconara Marittima e  le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil. A rappresentare i sindacati Marco Bastianelli (Cgil Ancona), Alessandro Mancinelli (Cisl Marche) e Sandro Bellagamba (Uil Marche). Presenti anche il segretario comunale Rossella Bartolini nonché Patrizia Massaccesi e Claudio Di Pietro (entrambi della Cgil). “Comune e Organizzazioni Sindacali – esordisce una nota del Comune di Falconara- ritengono che, nell’attuale contesto socio-economico, il sistema degli appalti pubblici possa contribuire a sostenere e rilanciare la crescita economica, offrendo opportunità alle imprese, consentendo il mantenimento e la creazione di nuovi posti di lavoro ed incentivando la progressiva qualificazione ed innovazione dell’offerta espressa dalle ditte appaltatrici. Non solo. Il sistema degli appalti pubblici deve contribuire a rafforzare la cultura del lavoro regolare ed il rispetto della legislazione sociale e dei diritti dei lavoratori auspicando, altresì, che il sistema contrasti la concorrenza sleale, eventuali tentativi di corruzione o concussione, turbative d’asta da parte di imprese irregolari o cooperative spurie, infiltrazioni mafiose e della criminalità organizzata”.

Il sindaco Brandoni ed il segretario comunale di Falconara, Rossella Bartolini

Con questa prospettiva nasce il protocollo stipulato stamane che intende promuovere e garantire, negli appalti e concessioni di lavori, servizi e forniture affidati dal Comune di Falconara Marittima, il lavoro regolare ed il rispetto della legislazione sociale e dei diritti dei lavoratori, la crescita occupazionale, l’innovazione tecnologica ed organizzativa, la qualificazione dei servizi offerti ai cittadini, il principio dell’etica e della responsabilità sociale delle imprese.

“Per il perseguimento degli obiettivi, – prosegue il comunicato- il Comune di Falconara Marittima si impegna, tra le altre cose, a dare tempestiva informazione alle organizzazioni sindacali del programma biennale degli acquisti di beni e servizi e del programma triennale dei lavori pubblici adottati dall’Ente; a garantire tempi rapidi per la definizione delle procedure di gara (sempre nel rispetto delle normative vigenti) così come  chiarezza e trasparenza nelle procedure di affidamento. Non solo. l’Ente si impegna a tutelare la qualità del lavoro e la salute e sicurezza nei luoghi di lavoro,        a sostenere le imprese che operano nel rispetto della legalità, della regolarità retributiva, contributiva e fiscale, e dei principi di etica e responsabilità sociale, applicando i requisiti qualitativi e reputazionali di legge per l’accesso alle procedure di gara. E ancora. A garantire il rispetto dei contratti di lavoro e la regolarità nei pagamenti salariali, previdenziali e assicurativi; salvaguardare l’occupazione dei lavoratori alle dipendenze dell’appaltatore uscente in occasione di cambi di appalto conseguenti l’aggiudicazione dei nuovi contratti a seguito di procedura di gara; ad avviare le procedure per l’affidamento dei contratti di appalto o di concessione di servizi e forniture con anticipo, rispetto  alla scadenza dei contratti, in modo da garantire il subentro del nuovo gestore in continuità con la scadenza stessa, ai fini di evitare la proroga contrattuale;  a limitare, nel rispetto della normativa vigente in materia, il ricorso al subappalto nell’ambito degli appalti e delle concessione di servizi e forniture, considerando tale strumento come del tutto residuale e, comunque, limitato ad attività effettivamente scorporabili e facilmente individuabili quali attività accessorie rispetto a quelle prevalenti  del servizio da affidare”.

Infine il Comune si impegna ad utilizzare nell’affidamento dei servizi il criterio di aggiudicazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa con effettiva valorizzazione della componente qualitativa delle offerte presentate; l’equilibrio di pesatura tra componente qualitativa e quantitativa degli elementi di pesatura va garantito a mezzo di idonei algoritmi di parametrizzazione da introdurre nei disciplinari di gara e ad istituire un Tavolo permanente di confronto – Comune e Organizzazioni Sindacali firmatarie del presente protocollo – per il monitoraggio dei contratti di affidamento di lavori, servizi e forniture di beni relativamente al rispetto, da parte degli esecutori/gestori, delle norme poste a tutela dei lavoratori.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X