facebook rss

Castelfidardo, muore a 45 anni
di overdose sull’autobus di linea

DRAMMA - E' successo stamattina sulla corriera che da Recanati era diretta ad Ancona. La Procura ha disposto l'autopsia sulla salma
Print Friendly, PDF & Email

foto d’archivio

Ha accusato un malore ed è morto sotto gli occhi dei passeggeri dell’autobus di linea dove era salito. Inutili tutti i soccorsi. Per A.M., 45 anni, residente a Castelfidardo, stamattina non c’è stato niente da fare. Un infarto cardiaco fulminante, forse collegato a un’overdose da eroina, l’ha stroncato verso le 7.30, sul mezzo della Conerobus in movimento. La corriera era partita da Recanati ed era diretta ad Ancona. In quei frangenti drammatici era in transito nei pressi del parco della Rimembranza di Castelfidardo. I passeggeri hanno prima notato, impotenti, che l’uomo si stava iniettando la droga, poi l’hanno visto accasciarsi sul sedile ed hanno intuito subito la gravità della situazione. Hanno tentato invano di soccorrerlo. La corriera si è fermata all’altezza della rotatoria e sul posto è arrivata un’ambulanza con l’automedica del 118 di Osimo. Mentre il mezzo di trasporto pubblico ripartiva, sul posto è giunta anche una pattuglia dei carabinieri di Castelfidardo. Sono stati vani, purtroppo tutti i tentativi di rianimare l’uomo. In mattinata, il  Pm di turno, Mariangela Farneti, per vederci chiaro su questa morte ed avere certezze da un referto medico, ha disposto l’autopsia sulla salma del 45enne, trasportata all’obitorio dell’ospedale di Torrette di Ancona. L’esame autoptico dovrebbe essere eseguito nei primi giorni della prossima settimana.

(servizio aggiornato alle 12.35)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X