facebook rss

In meno di due ore ruba nei negozi,
nelle auto e le offerte in chiesa:
caccia al ladro in centro storico

OSIMO – La mattinata brava di un 47enne osimano è terminata in Commissariato. Tra le vittime negozianti di via Matteotti e il sacerdote della chiesa di San Marco Evangelista. I furti sono stati consumati tra le 11.30 e le 13 di stamattina. L’uomo è stato identificato e bloccato dopo un blitz della Polizia scattato a casa sua oggi pomeriggio verso le 14.30. Tutta la refurtiva è stata recuperata
sabato 24 marzo 2018 - Ore 20:25
Print Friendly, PDF & Email

Osimo, via Matteotti, ore 11.30 di stamattina: la volante del Commissariato soccorre il negoziante derubato del telefonino

Entra in un negozio al centro di Osimo, chiede soldi al titolare. Il commerciante si rifiuta di darglieli, lo sconosciuto arraffa il telefonino lasciato sul bancone e fugge. Il negoziante esce in strada, abbastanza agitato per quello che è appena accaduto, e chiede aiuto ad una volante del Commissariato di Osimo che proprio in quel momento transita per via Matteotti. I poliziotti si sono messi subito sulle tracce del fuggiasco. Ma era solo l’inizio di una mattinata movimentata nel rione San Marco. Il primo furto di una lunga serie, consumata stamattina a partire dalle 11.30, proprio in via Matteotti. Protagonista del raid, un 47enne disoccupato e con problemi di tossicodipendenza, che risiede ad Osimo, visto fuggire dal negozio anche da altri esercenti e dai passanti che di sabato animano la via di collegamento tra i Tre Archi e Corso Mazzini. Poco dopo l’uomo si è diretto nella chiesa di San Marco Evangelista, dove ha rubato una cassetta con le offerte dell’elemosina. Non soddisfatto, a seguire, ha cercato di portare via oggetti dall’auto di un altro commerciante, parcheggiata in zona e alla fine ha creato ancora parapiglia in un terzo esercizio pubblico.

Gli uomini del vice questore Giuseppe Todaro hanno fatto scattare subito la caccia all’uomo per tutta la città e nel primo pomeriggio, dopo aver raccolto le segnalazioni delle vittime, verso le 14.30, hanno sferrato il blitz decisivo per risolvere il caso. La polizia, confluita con più pattuglie in zona, è entrata in un condominio di via Strigola, sempre a San Marco e durante una perquisizione domiciliare l’osimano è stato trovato in possesso del cellulare rubato ma sopratutto della cassetta con le offerte dei fedeli, trafugata dall’edificio di culto.

Negozianti e passanti in strada, in via Matteotti dopo il furto nel primo negozio

La notizia della mattinata brava del 47enne, già noto alle forze dell’ordine, ha ingenerato non poca preoccupazione tra i commercianti del centro città sul fronte della sicurezza. “Stavo servendo un cliente in negozio quando è entrato questo ragazzo che già conoscevo e che in altre occasioni mi ha chiesto di regalargli qualche euro. – racconta una delle vittime, il commerciante derubato del telefonino – Dopo essere uscito dal negozio a fianco a mani vuote, stamattina quell’uomo è entrato nel mio, per domandami  anche una volta del denaro. Io ho risposto che non ne avevo e lui si è inalberato. Senza perdere tempo, approfittando della mia disattenzione, ha afferrato il mio cellulare sul bancone. Poi è uscito  scappando per via Soglia, il vicolo dell’ospedale. Io ho tentato di rincorrerlo e per fortuna, proprio in quel momento, i poliziotti mi sono venuti in soccorso”. La denuncia per il furto del telefonino è stata già formalizzata dal negoziante e in queste ore in Commissariato si sta valutando con la Procura l’arresto per il 47enne, sorpreso con tutta la refurtiva.

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X