facebook rss

Valtreara, lavori al viadotto:
dal terreno riemergono
bidoni con rifiuti tossici

GENGA- I Carabinieri Forestali indagano su quei 5 fusti metallici interrati, contenenti scarti di lavorazioni industriali con un tasso alto di cromo esavalente, un veleno. Qualcuno se n'è liberato in maniera illegale
Print Friendly, PDF & Email

I contenitori con il crono esavalente rinvenuti a Genga

Bidoni con cromo esavalente, interrati e tornati in superficie durante i lavori di realizzazione del viadotto di Genga. Nei giorni scorsi i carabinieri Forestali del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale di Ancona e della Stazione Carabinieri Forestale di Genga Frasassi hanno sequestrato un’area di circa 1000 metri quadrati, nella quale durante i lavori di rifacimento del viadotto della Strada Provinciale vecchia, in località Valtreara, sono stati rinvenuti 5 fusti metallici. I bidoni contenevano sostanze pericolose e tossiche, tra cui un’alta percentuale di cromo esavalente, scarto di lavorazione industriale, un veleno di cui qualcuno si è liberato in maniera illegale. Sono in corso gli accertamenti per verificare i responsabili dello smaltimento illecito, la presenza di ulteriori contenitori interrati. In corso anche i lavori di messa in sicurezza dell’area da parte della ditta Astaldi, con la supervisione dei tecnici del Dipartimento Provinciale dell’Arpam di Ancona.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X