facebook rss

Elezioni regionali - risultati in tempo reale

Blitz nella notte,
rubano un’auto a pochi metri
dalla caserma dei carabinieri

ANCONA - A sparire è stata una Ford Kuga bianca parcheggiata in via Piave, a breve distanza dalle telecamere del palazzo che ospita i militari della stazione centro. Rubata anche una Ford Fiesta in Via Isonzo. Il timore è che possa essere tornata in azione la banda che tra settembre e gennaio ha messo sotto scacco i quartieri del centro città, appropriandosi di oltre venti veicoli
Print Friendly, PDF & Email

La caserma di via Piave

 

Ancora topi d’auto in centro città: sparisce nella notte una Ford Kuga di colore bianco. Il suv era stato parcheggiato in via Piave, a poca distanza dalla caserma dei carabinieri della stazione centro, chiusa nelle ore notturne. Ad accorgersi questa mattina del furto è stato il proprietario dell’auto, un fisioterapista residente ad Ancona. Oltre a lui, a sporgere denuncia è stato un 60enne anconetano a cui è stata rubata, presumibilmente la stessa notte del furto della Kuga, una Ford Fiesta di colore bianco posteggiata in via Isonzo. Dietro i raid potrebbe esserci la solita banda che tra l’autunno e l’inverno è stata protagonista di oltre venti furti perpetrati quasi tutti tra il quartiere adriatico e il centro storico. In un primo momento, i banditi si era soffermati sui modelli Audi, portando via sia A3 che Q3. Poi, avevano allargato il giro alle Volkswagen Golf e ad altri brand. Nel loro mirino era anche finiti dei furgoni contenenti carichi di abbigliamento appartenenti a venditori ambulanti.  Stando alle ipotesi investigative, per rubare i veicoli i ladri avrebbero a disposizione dei dispositivi hi tech che permetterebbero di azionare la centralina di avviamento e poi azionare il motore con un blocco chiave modificato. Un furto lampo per la banda. Uno degli ultimi raid era stato commesso lo scorso dicembre, tra via Isonzo e la Panoramica, area dove in poche ore erano state rubate un’Audi A3, una Citroen C3 e una Hummer di un valore attorno ai 30 mila euro. Uno dei presunti componenti della banda era stato fermato nella notte tra il 19 e il 20 ottobre 2017, mentre – dopo aver rubato una Citroen Picasso – stava cercando di portare via prodotti d’abbigliamento dal negozio SportLife 23 di via Marini, sotto la questura (leggi l’articolo). L’uomo, un 23enne di Cerignola, era stato rimesso in libertà dal giudice dopo l’arresto eseguito dagli agenti delle Volanti.

Torna la banda delle Audi: rubata una A3 Sparito anche un mezzo agricolo

Torna in azione la banda delle Audi: tre colpi in poche ore Rubata anche una Hummer

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X