facebook rss

«Dammi i soldi della cassa» e tira fuori
la pistola: gli avventori del bar lo
bloccano, la polizia l’arresta

ANCONA - In manette è finito un tunisino di 51 anni che durante la notte appena trascorsa ha creato il panico in un locale di via Marconi. Dopo aver chiesto da bere, l'uomo ha tirato fuori un'arma giocattolo chiedendo i soldi della cassa. Dopo aver minacciato anche i clienti, è fuggito a bordo di un bolide
Print Friendly, PDF & Email

Le banconote e le armi sequestrate dalla polizia

 

Chiede una birra al bar e poi tira fuori la pistola: “Dammi i soldi dell’incasso”. Gli avventori lo bloccato e lui fugge  sgommando a bordo di una supercar per poi essere arrestato dalla polizia nei pressi della stazione. Questa notte, a finire in manette è stato un 51enne tunisino, già conosciuto dalle forze dell’ordine. L’uomo è stato arrestato per rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e porto abusivo di armi atti ad offendere. Oltre alla pistola giocattolo, senza il tappo rosso, lo straniero è stato trovato in possesso di un coltellino tirapugni. L’allarme in un locale di via Marconi è scattato attorno alle 3 da parte dei clienti e del gestore dell’esercizio commerciale. Poco prima, lo straniero si era avvicinato al banco chiedendo al barman un paio di birre. Al momento di pagare, l’uomo  ha estratto una pistola puntandola al titolare del locale, chiedendo i soldi. Vedendo la scena, due clienti sono intervenuti, cercando di bloccare il tunisino. A questo punto, il 51enne ha diretto la pistola verso di loro e poi è scappato, salendo a bordo di un bolide con cui è sfrecciato in direzione della stazione. Subito, le Volanti della questura si sono messi alla ricerca del rapinatore.  Le Volanti sono riuscite a rintracciare l’uomo in zona stazione. Il tunisino si era chiuso dentro l’auto. Una volta fatto scendere, ha tentato di colpire con calci e pugni gli agenti, fino all’arresto. Lo straniero è stato anche sottoposto all’alcoltest ed è risultato positivo: aveva nel sangue un tasso alcolemico quattro volte superiore a quello consentito. All’interno dell’autovettura è stata rinvenuta la pistola a gas di colore nero sprovvista di tappo rosso e addosso al rapinatore agganciato alla cintura dei pantaloni, un moschettone tirapugni di colore verde con inseriti due coltellini a serramanico avente lunghezza della lama di circa 6 cm. Oltre alle contestazioni che hanno fatto scattare l’arresto, l’uomo è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X