facebook rss

Giovani industriali
a scuola di impresa
con l’Erasmus per le aziende

ANCONA- Giunge al decimo anno il progetto europeo Erasmus for Young Entrepreneurs che permette a nuovi imprenditori di accrescere le competenze ed accumulare esperienza, lavorando con professionisti affermati in piccole o medie aziende in tutta Europa
Print Friendly, PDF & Email

 

Lanciato nel 2008 dalla Commissione Europea con l’intento di “creare un ambiente in cui imprenditori e aziende possano prosperare e dove l’imprenditorialità viene premiata”, anche quest’anno nuovi imprenditori avranno la possibilità di candidarsi al progetto “Erasmus for Young Entrepreneurs”.

Quest’anno l’unico punto di contatto del progetto con la regione Marche sarà Confindustria Marche Nord, che fornirà assistenza e sostegno sia ai candidati nella ricerca di aziende all’estero, sia agli imprenditori marchigiani nell’individuare giovani da ospitare con i requisiti richiesti. Il progetto sarà funzionale per entrambe le parti, in quanto aiuterà i giovani a rafforzare idee e competenze per il loro modello di imprenditoria, ma allo stesso tempo le aziende godranno di nuovi stimoli provenienti da un inesperto ma motivato imprenditore.

Inoltre assicura il vice direttore generale Francesco Schittone che “grazie a questo progetto Confindustria Marche Nord crea un ponte stabile tra le aziende locali e il sistema d’impresa dell’Europa. Consentiremo alle nostre aziende di aprire le porte a giovani imprenditori stranieri e al contempo i nostri imprenditori più giovani  potranno andare in giro per l’Europa ad apprendere know how di gestione aziendale.” Conclude infine spiegando l’importanza di tale iniziativa: “Il futuro delle aziende locali è quello di ampliare i loro orizzonti non solo in termini di mercato, ma anche in termini di best practices e procedure, di cultura d’impresa, di approccio all’innovazione”.

Secondo un bilancio dei primi 10 anni del progetto, sono stati realizzati quasi 6.000 scambi che hanno coinvolto 9.700 tra nuovi imprenditori e imprenditori esperti, provenienti dai 28 paesi europei. In più l’Italia è la nazione più rappresentata con 1.300 nuovi imprenditori che hanno aderito al progetto.

Numeri che confermano l’impegno di Confindustria Marche Nord in un processo di apertura verso l’Europa iniziato già quattro anni fa con l’apertura del Desk Europa, che supporta i soci nell’accesso ai bandi comunitari e nelle relative opportunità di finanziamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X