facebook rss

Rette rincarate alla casa
di riposo, Mariani:
“Due euro in più al giorno”

OSIMO - La capogruppoo del Gruppo misto stigmatizza la decisione del Cda della Grimani Buttari di ritoccare la tariffe dal prossimo 1 luglio e, in previsione di rimodularle ancora da gennnaio 2020
Print Friendly, PDF & Email

Le residenze per anziani della Grimani Buttari di San Sabino, a Osimo

Alla Casa di Riposo Grimani Buttari di Osimo aumentano le rette mensili a carico degli ospiti: 2 euro al giorno a partire dal 1 luglio 2018 e altri 2 euro dal 1 gennaio 2020. Aumenta pure la retta per gli ospiti del centro diurno Alzheimer e aumentano i costi per chi decide di usufruire del servizio di parrucchieria. Ma nessuno lo dice. Il Consiglio di Amministrazione della Casa di Riposo osimana ha fatto i conti nelle tasche dei nonnetti”.

Maria Grazia Mariani

La consigliera di minoranza Maria Grazia Mariani stigmatizza i rincari decisi dal Cda della casa di riposo di San Sabino, una delle più importanti delle 4 operative sul territorio comunale di Osimo. La capogruppo del Gruppo Misto ricorda che “dal 2012 ad oggi l’indennità di accompagnamento è aumentata di 22,03 euro mentre la pensione minima di 26,88 euro.Visto che le rette sono ferme al 2011, mentre la pensione è aumentata (si fa per dire), allora il Cda ha deciso di aumentare le rette. Peccato che l’aumento della pensione di euro 48,91 al mese non è sufficiente per coprire la maggiorazione della retta deliberata dal Cda che dal prossimo mese sarà di 60 euro, ma diventerà 120 euro il mese tra una anno e mezzo. La Casa di Riposo doveva pure quadrare il bilancio, più povero per la nuova politica del Pd di Ceriscioli alla guida della Regione Marche. Ceriscioli ed i suoi compagni non soddisfatti dei tagli alla sanità, ci hanno chiuso il punto nascite, pezzo dopo pezzo stanno chiudendo l’ospedale ed ora hanno deciso di tagliare i fondi anche per il sostegno agli anziani”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X