facebook rss

Lorenzo Passeri è il nuovo presidente
del Gruppo Oil & Gas
di Confindustria Marche Nord

NOMINE - Prosegue il rinnovo delle cariche all'interno del nuovo organismo unico dell'associazione che comprende le province di Ancona e Pesaro Urbino. Vice Giancarlo Cogliati della Raffineria Api di Falconara
Print Friendly, PDF & Email

Il nuovo presidente del Gruppo Oil & Gas di Confindustria Marche Nord, Lorenzo Passeri

 

Lorenzo Passeri, membro del Cda di Renco spa di Pesaro, è il nuovo presidente del Gruppo Oli & Gas di Confindustria Marche Nord, che riunisce le industrie delle province di Ancona e Pesaro Urbino e, nel prossimo quadriennio, sarà affiancato dal vicepresidente Giancarlo Cogliati, amministratore delegato di Api spa Raffineria di Ancona.
Due gli obiettivi prioritari del suo programma: «La valorizzazione di un settore ancora poco conosciuto, specialmente in ambito territoriale, e l’investimento in ambito formativo, cercando di consolidare i rapporti con gli istituti di formazione e con la Politecnica delle Marche».
Nonostante il momento delicato del settore Oil & Gas, dovuto alle continue oscillazioni del costo della materia prima e all’incertezza sul prezzo del petrolio, che sta portando a una competizione sempre più serrata, «le imprese che operano nelle province di Ancona e Pesaro Urbino confermano il trend di crescita, anche se rallentata rispetto agli anni precedenti. Parliamo di aziende che hanno un’esperienza pluriennale nel settore – ha aggiunto Passeri –, che si distinguono per le elevate competenze tecnico-ingegneristiche e l’alto livello qualitativo dei servizi forniti».
Secondo il presidente del Gruppo Oil & Gas, «le maggiori difficoltà delle aziende del territorio sono dovute principalmente all’alta competitività dei concorrenti. Va aggiunto che questo settore è ancora un po’ sottovalutato e poco conosciuto – ha aggiunto – e tutto ciò impatta soprattutto sul mercato del lavoro locale: fatichiamo a reperire figure specializzate o con competenze che li rendano immediatamente inseribili nei nostri processi produttivi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X