facebook rss

Rogo alla Baraccola,
distrutto uno show room

ANCONA - Si tratta di Longo Rappresentanze, una ditta d'abbigliamento che si trova al secondo piano di un comprensorio commerciale in via I maggio, all'altezza di Mediaworld. Le fiamme sono partite dal terrazzo condominiale, dove alcuni operai stavano sistemando una guaina a ridosso di uno dei finestroni dell'azienda che ha subito danni ingenti
Print Friendly, PDF & Email

I vigili del fuoco al lavoro per domare le fiamme nello stabilimento

 

 

di Federica Serfilippi

(foto Giusy Marinelli)

Una fiammata improvvisa, poi il fumo e le lingue di fuoco che investono ogni cosa. È stato di vaste proporzioni l’incendio divampato questa mattina in un capannone commerciale di via I maggio, alla Baraccola. Il rogo ha investito parte dello show room di Longo Rappresentanze, una ditta d’abbigliamento, che si trova al secondo piano dello stabile. Stando a una prima ricostruzione, le fiamme sarebbero divampate per cause accidentali dovute ai lavori eseguiti da alcuni operai sul terrazzo del complesso. Mentre stavano sistemando una guaina idrorepellente proprio vicino a una delle finestre dello show room è partita una scintilla. Proprio questa avrebbe dato inizio al rogo che ha richiamato sul posto due squadre dei vigili del fuoco provenienti da Ancona e Osimo, supportate da una autobotte, una autoscala e dal funzionario tecnico di servizio dalla sede centrale. Per domare le fiamme completamente c’è voluto quasi un’ora. Sia lo show room che la ditta Glass Drive, al di sotto della Longo, sono stati completamente evacuati. Al momento dello scoppio delle fiamme, in tutto lo stabile c’erano circa una decina di persone. Sul posto anche un’ambulanza della Croce Rossa che, però, è tornata in centrale vuota. Nessuno infatti ha riportato feriti o intossicazioni tali da rendere necessario il trasporto al pronto soccorso dell’ospedale di Torrette. Ad accorgersi del fumo, oltre al personale della Longo, sono stati anche i dipendenti di un capannone vicino al complesso interessato dalle fiamme. Con una chiamata alla Glass Drive hanno avvertito che al piano superiore stavano divampando le lingue di fuoco. Di lì, l’allarme, lanciato anche dallo show room. Lo stesso titolare ha cercato di domare le prime fiammelle prima che il rogo investisse parte del suo ufficio. Per i rilievi di rito, sul posto si sono anche portati i carabinieri delle Brecce Biacche e del Norm della Montagnola.

(Servizio aggiornato alle 14.55)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X