facebook rss

Bomba d’acqua in Vallesina
20 minuti di disagi
Black out a Osimo città

JESI - Allarme in Vallesina per la bomba d'acqua abbattutasi con violenza nel pomeriggio. Numerose le segnalazioni e le richieste di intervento al centralino del 115. I vigili del fuoco stanno ancora intervenendo per alberi abbattuti e rami pericolanti. A palazzo comunale di Osimo, la seduta consiliare è partita senza il supporto dei microfoni per l'assenza di elettricità - VIDEO
mercoledì 11 luglio 2018 - Ore 19:30
Print Friendly, PDF & Email

Venti minuti di disagi e di rallentamenti del traffico per la bomba d’acqua che poco fa si è abbattuta su tutta la Vallesina.
Il territorio nella morsa del maltempo, con alberi caduti sulla strada a causa delle forti raffiche di vento e pericolo per gli automobilisti. I vigili del fuoco di Jesi e una pattuglia della Polizia locale sono intervenuti lungo la Strada provinciale 362 per Santa Maria Nuova, alla rotatoria di Castelrosino e in via Leonardi, a Jesi, dove la grandine, la pioggia e le forti raffiche di vento hanno sradicato alberi e divelto rami mandandoli a finire sulla sede stradale (GUARDA IL VIDEO).

I vigili del fuoco alle prese con il cavo elettrico oggi pomeriggio a Jesi

La situazione dei sottopassi sembra sotto controllo, senza particolari criticità. Nonostante la bomba d’acqua e grandine sia durata appena venti minuti, gli interventi delle forze dell’ordine sono ancora in corso. Non si registrano per fortuna danni alle persone. Un fulmine si è abbattuto a Monsano, bruciando due contatori della corrente elettrica. Black out in paese e disagi.

Lì’ingresso sul retro dell’ospedale Ss Benvenuto e Rocco e della sua chiesa, durante l’acquazzone di oggi

 BLACK OUT A OSIMO – Pioggia a dirotto, tuoni e fulmini anche ad Osimo verso le 18.30. Una saetta è caduta sulla cabina Enel di via Vici, snodo importante della rete elettrica che serve tutta la città capoluogo. Il guasto ha provocato per un quarto d’ora un black out che ha spento le luci di appartamenti, negozi e di palazzo comunale dove era convocato il consiglio comunale proprio a quell’ora. L’ospedale Ss. Benvenuto e Rocco e la caserma dei carabinieri non hanno subito ripercussioni grazie all’attivazione istantanea dei rispettivi gruppi elettrogeni. Grazie all’intervento tempestivo dei tecnici Dea la corrente elettrica è stata ripristinata senza provocare grossi disagi, Nella Sala Gialla la seduta consiliare è partita cone accadeva nei secoli passati, senza il supporto dei microfoni. Poi anche in municipio è stata ripristinata la luce.

 

 

La pianta caduta

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X