facebook rss

Whirlpool, aut aut di Verducci:
«Comunanza caso speciale,
il governo se ne ricordi»

LAVORO - Il senatore dem in prima fila per salvare lo stabilmento: «Il sito deve andare per i prossimi 50 anni almeno, non basta sopravvivere soltanto nell’emergenza terremoto»
Print Friendly, PDF & Email

di Maria Nerina Galiè

«La Whirlpool deve avere particolare riguardo per il sito produttivo di Comunanza, perché particolare è la sua condizione ed il Governo deve farsi sentire in tal senso incominciando a convocare il tavolo di coordinamento entro il mese di luglio». Così risponde il senatore Pd Francesco Verducci su come ritiene che una multinazionale possa tener conto delle esigenze di un singolo territorio nel pianificare tre anni di investimenti. L’azienda è stata chiara. E’ pronta a discutere un piano sostenibile a medio lungo termine e in un’ottica nazionale.

Francesco Verducci

«Noi questo lo sappiamo – ribatte Verducci – ma deve mettere in cima Comunanza. La vertenza che riguarda il sito produttivo piceno non è uguale a quella in atto altrove. Togliere da qui questo stabilimento sarebbe un altro cataclisma dopo il terremoto. E’ inaccettabile. Ed il Governo ha tutti gli strumenti per esigere che la multinazionale, all’interno del suo piano nazionale e triennale, ragioni in questa ottica. Ma il vero tema è che i progetti futuri dovranno prevedere che Comunanza vada avanti molto di più, per i prossimi 50 anni almeno, non che sopravviva soltanto nell’emergenza terremoto. Noi del Pd ci siamo fatti capofila sebbene all’opposizione. Le forze di Governo devono unirsi a noi. Non possono girarci le spalle».
Del 12 luglio la notizia della cancellazione di tutti gli emendamenti al decreto terremoto da parte della Commissione ambiente della Camera, compreso quello con cui i dem hanno rilanciato l’allungamento a 24 mesi degli ammortizzatori sociali. Siamo fermi a sei mesi di proroga, «con una dotazione di 10 milioni che potrebbero bastare per un anno – precisa il senatore, autore dell’emendamento approvato dal Senato e che sarà discusso in Aula la prossima settimana – ed è un’imprescindibile punto di parenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X