facebook rss

Spaccio ai giardini Morandi,
preso un altro pusher: è il coinquilino
del nigeriano arrestato sabato

SENIGALLIA - L'uomo è finito in manette per mani dei carabinieri mentre si stava dirigendo verso la stazione, al termine della giornata "lavorativa" passata a vendere dosi di marijuana. Sotto sequestro mezzo chilo di droga
Print Friendly, PDF & Email

La droga sequestrata al nigeriano

 

Fermato dopo lo spaccio ai giardini Morandi: in carcere un nigeriano di 27 anni, clandestino. All’uomo è stato trovato mezzo chilo di marijuana, sequestrato dai carabinieri di Senigallia. Lo straniero vive assieme al connazionale finito in manette lo scorso sabato sera e trovato in possesso della stessa sostanza sequestrata al 27enne. Quest’ultimo,  a cui è stata da poco rifiutata la domanda di asilo in Italia, è stato fermato alla stazione ferroviaria in procinto di prendere il treno per rientrare ad Ancona al termine della sua “giornata”. I carabinieri già da alcuni giorni avevano rivolto le attenzioni sul pusher che passava ore e ore a Senigallia.  Il giovane africano, fermato e accompagnato in caserma, per la perquisizione personale, è stato trovato in possesso di un involucro contenente 6 grammi di marijuana predisposto per lo spaccio, due telefoni cellulari e 110 euro in contanti. La perquisizione eseguita nella sua abitazione ad Ancona, che poi si è scoperto condivideva proprio con il nigeriano arrestato sabato sera, ha permesso il rinvenimento e il sequestro di un terzo  cellulare, un bilancino elettronico di precisione, diverso materiale per il confezionamento delle dosi e un ulteriore quantitativo di sostanza stupefacente per un peso di 475 grammi nascosta all’interno di uno zainetto che, sottoposta a narcotest ha confermato trattarsi di “cannabis sativa” con un principio attivo elevato. Il 27enne nigeriano è finito a Montacuto.

Droga ai giardini Morandi, arrestati due spacciatori

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X