facebook rss

Caldo e afa, raffica di malori in città
Ma le temperature scenderanno

ANCONA - Numerosi gli interventi degli operatori del 118 questa mattina a causa di svenimenti dovuti agli oltre 30 gradi registrati dal termometro. La tregua è attesa per la prossima settimana
giovedì 9 agosto 2018 - Ore 15:04
Print Friendly, PDF & Email

Foto d’archivio

 

Caldo torrido e umidità, mattinata di superlavoro per gli operatori del 118. Se in poche ore i militi della Croce Gialla hanno operato tre interventi dovuti a malori accusati sia da giovani che da anziani, al pronto soccorso di Torrette verso l’ora di pranzo si sono toccate le 4 ore di attesa per un codice verde. Ma la situazione dovrebbe sbollire a breve. Stando al bollettino meteo, infatti, le temperature dovrebbero scendere di almeno un paio di gradi (con tempeorali previsti) all’inizio della prossima settimana, giusto in tempo per provare a fermare il giorno di Ferragosto. Attualmente, comunque, il bollettino meteo legato alla nostra città riferisce una situazione di pre-allarme, un livello 1 stando ai parametri utilizzati dal Ministero della Salute. Oggi la temperatura massima partecipa sarà di 35 gradi. Domani scenderà a 33 per poi risalire a 34 sabato. Intanto, questa mattina non sono mancati i malori. Attorno alle 9, all’ex Crass, un 20enne è svenuto all’interno di un ambulatorio mentre era in attesa. Il giovane è stato trasportato al pronto soccorso di Torrette dai militi della Croce Gialla. Le sue condizioni non sono preoccupanti. Piccolo malore anche per una 41enne che ha accusato uno svenimento all’ufficio anagrafe del Comune di Ancona. Spavento per una 80enne residente in via Cialdini. Da qualche ora, i familiari non avevano più contatti con lei, così è scattato l’allarme ai soccorritori. Per entrare in casa è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco che hanno trovato la donna nei pressi del divano, colpita da un mancamento. L’anziana, dopo le cure della Croce Gialla e del medico del 118, ha rifiutato il trasporto in ospedale.

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X