facebook rss

Vandali in azione, imbrattati
i nuovi mezzi della Conerobus

ANCONA - La lunga scia di raid è iniziata lo scorso 29 agosto e ha colpito sei bus della linea extraurbana. Tre fanno parte della nuova flotta inaugurata a luglio e su questi sono state installate spycam che potrebbero aver ripreso i danneggiamenti. L'ultimo blitz in un veicolo della tratta M solo pochi giorni fa
martedì 4 settembre 2018 - Ore 21:46
Print Friendly, PDF & Email

La firma dei vandali lasciata sul bus

 

Almeno sei bus imbrattati in poco meno di una settimana. Sembrano essersi scatenati senza alcuna regola i writers che dal 29 agosto hanno preso di mira i mezzi della Conerobus che percorrono le tratte extraurbane. L’ultimo veicolo ad essere danneggiato è stato uno della linea M, quella che ha come terminal Ancona e Belvedere Ostrense, passando per Monte San Vito. Alcuni giorni fa sono comparsi degli scarabocchi con della vernice rossa sia sui finestrini interni che sul basamento della vetrata. Gli stessi segni, sempre di colore rosso, sono stati lasciati su altri cinque veicoli. Sono stati imbrattati i sedili, ma anche parte della pavimentazione e alcuni vetri nella loro parte esterna. Il sospetto è che dietro i vandalismi possa esserci la stessa mano. Questo perchè la vernice spray utilizzata sembra essere sempre uguale. Stessa cosa per gli scarabocchi impressi: alcuni presentano linee e forme comuni. Metà dei mezzi danneggiati fa parte della nuova flotta presentata nel mese di luglio dalla Conerobus. Tutti i veicoli sono dotati di un sistema di videosorveglianza. La speranza, dunque, è che le telecamere possano aver ripreso il vandalo, o i vandali, in azione. Per tutti gli episodi, comunque, la società di trasporto pubblico ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri. Questa mattina è stato consegnato ai militari il cd con i frame estrapolati dalle telecamere. Il presidente Papaveri: “Certi gesti sono inqualificabili e non si riesce a comprenderne il motivo. Chi li ha fatti non ha avuto proprio alcun rispetto per il bene comune. Abbiamo lavorato tanto per ottenere dei mezzi all’avanguardia e finisce che dobbiamo occupare la maggior parte del tempo del nostro lavoro per cercare di riparare questi danneggiamenti. E non è neanche detto che la vernice possa essere tolta. Mi riferisco a quella lasciata su alcuni sedili”.

 

Conerobus rinnova la flotta: trenta nuovi mezzi Ecco i primi Euro 6

 

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



X